Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

La direttrice di Rai Uno: “Mio editore è il governo”. Il PD insorge

Immagine di copertina
Teresa De Santis e Matteo Salvini

Direttrice Rai Uno – “Sembrerei una pazza se oggi tentassi di negare che la Rai ha un editore che fa capo il Governo”. Sono le parole pronunciate dalla direttrice di Rai Uno Teresa De Santis durante la presentazione dei palinsesti estivi della Rai.

“Il servizio pubblico è fatto di addizioni, moltiplicazioni, di ogni possibile istanza politico-culturale di questo paese. Lo ha sempre fatto nella sua storia, continuiamo a farlo senza problema”, ha aggiunto la De Santis.

Le dichiarazioni stanno già sollevando un polverone politico, poiché sembrano dimostrare come la tv di stato sia al servizio dell’esecutivo M5s-Lega.

Il deputato del Partito Democratico Michele Anzaldi ha commentato sdegnato: “Scriverò all’Ebu, l’ente europeo che riunisce i servizi pubblici radiotelevisivi, per chiedere se le dichiarazioni della direttrice di Rai1 Teresa De Santis che confessa l’occupazione politica della Rai siano compatibili con un’emittente pagata dai soldi di tutti i cittadini italiani. La De Santis ha apertamente teorizzato la lottizzazione politica, ha addirittura detto che il suo editore è il governo”.

“De Santis conferma l’occupazione selvaggia della Rai da parte di Salvini e Di Maio, a spese degli italiani. È evidente che siamo di fronte ad una deriva gravissima, che supera addirittura l’editto di Bruno Vespa del ’92, quando disse che il suo editore di riferimento era la Dc”, ha aggiunto Anzaldi.

Negli ultimi mesi, la Rai è stata spesso nell’occhio del ciclone, accusata di favorire il governo e di fare mobbing nei confronti dei conduttori non allineati come Fabio Fazio.

In particolare, a finire sul banco degli imputati è stato il Tg2, ribatezzato da alcuni “Tg Salvini” e all’interno del quale sono stati mandati in onda diversi servizi discussi e favorevoli al vicepremier, in alcuni casi delle vere e proprie bufale.

Le parole della De Santis, in prima linea contro Fabio Fazio e attaccata per questo dall’AD della tv di stato Fabrizio Salini, sono quindi destinate ad accendere nuovamente le polemiche.

Ti potrebbe interessare
Politica / Deputato M5S chiede a Draghi di salvare l’orario di “Un posto al sole”
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Ti potrebbe interessare
Politica / Deputato M5S chiede a Draghi di salvare l’orario di “Un posto al sole”
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.
Politica / Caso Open, Renzi chiede l’immunità parlamentare: deciderà giunta del Senato
Politica / Caso Regeni, Fico: “Egitto non ha collaborato, grave ferita nei rapporti con l’Italia”
Politica / Berlusconi: “Voto anticipato? Sarebbe da irresponsabili interrompere Governo. A Forza Italia decido io”
Politica / Dini scrocca il Financial Times al Senato? Il quotidiano britannico gli regala l’abbonamento gratis
Politica / Matteo Ricci a TPI: “Sono il primo giallorosso d’Italia”
Politica / L’audio di Salvini scuote il centrodestra: “Da Fratelli d’Italia troppe rotture di coglioni”