Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Davide Caranchini, chi è il giovane chef ospite a MasterChef Italia 9

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 13 Feb. 2020 alle 17:34
0
Immagine di copertina
Crediti: Instagram/Giuseppe Ippolito

Davide Caranchini, chi è il giovane chef ospite a MasterChef Italia 9

Davide Caranchini è uno degli chef stellati ospite a MasterChef Italia 9, il cooking show più amato al mondo. Caranchini è noto per il suo ristorante a una stella Michelin Materia e porterà a MasterChef un po’ della sua cucina da lago.

Classe 1990, Davide ha sviluppato la passione per la cucina da piccolo, si è diplomato presso l’Istituto Alberghiero e ha affinato le proprie capacità e conoscendo viaggiando per il mondo, entrando in contatto con una cucina vegetale, seppur ben ancorato alle tradizioni della sua Como.

“Dopo la scuola ho inanellato una serie di esperienze in alcuni tra i migliori ristoranti d’Europa, dove ho potuto apprendere tecniche e metodologie di lavoro, che ho poi adattato al mio pensiero e alla mia creatività, per dare forma a quella che oggi viene riconosciuta come la mia cucina”, ha spiegato lo chef a una stella Michelin.

Davide Caranchini, chi è lo chef

“Oggi, sono chef-patron del ristorante Materia di Cernobbio, aperto insieme alla mia compagna Ambra Sberna, suo fratello Marco e loro cugino, Luca Sberna”, questa è la presentazione ufficiale di Davide Caranchini su Forbes.

Premiato come miglior giovane chef dell’anno per la Guida dell’Espresso 2018, Davide ha spiegato che vivere a Como è una fortuna e sfortuna insieme: “Ho la fortuna di vivere a Como, una terra incredibilmente bella e ricca di materie prime eccezionali. Ma ho anche la sfortuna di vivere a Como, una terra in cui la valorizzazione del territorio non esiste. In questi ultimi anni ho dedicato gran parte del mio lavoro e del mio tempo alla ricerca di ricette antiche della nostra cultura come di piccoli produttori locali da valorizzare e ancora di ingredienti selvatici e spontanei”.

Tra le sue esperienze all’estero ricordiamo il Maze di Gordon Ramsay, Le Gavroche di Michel Roux Jr e L’Apsleys di Heinz Beck. E ancora uno stage al Noma e poi anche un’esperienza all’Enoteca Pinchiorri.

Una volta tornato a casa, è stato prima cuoco dell’Acquadolce di Carate Urio e poi di Casa Santo Stefano a Cernobbio. Nel 2016 ha fatto il suo salto di qualità, aprendo Materia a Cernobbio, insieme alla moglie Ambra, responsabile di sala. A comporre la brigata sono Marco e Luca Sberna.

Davide Caranchini, i menù della sua Materia

Delicato, il menù di Davide Caranchin; partendo dagli antipasti con l’insalata di cavolo rosso, midollo affumicato, caviale e latte di mandorla amara al salmerino marinato nel miso, rafano ed emulsione di erbe. Arriviamo ai primi, dalle linguine al burro, garum di agone e amchoor al risotto, bacche di cipresso e mirtilli fermentati per fermarci alla minestra di ditalini di farro e pistacchio fermentato. E poi passiamo ai secondi.: pescato del lago di Como, Baccalà al verde e animelle di vitello. Infine, i dolci: dal midollo e zafferano al cioccolato bianco, mora e aglio nero.

Qui trovate nel dettaglio il suo menù e i prezzi. Qui invece potete seguirlo su Instagram.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.