Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

Cinque in condotta e materie da riparare: la sorprendente pagella di Piero Angela

Immagine di copertina

Una pagella che non ti aspetti. Simbolo di cultura, Piero Angela ha portato la scienza e la tecnologia per decenni nelle case degli italiani. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile, eppure il grande giornalista ha avuto un inizio non brillante del suo percorso scolastico. Lo rivela Repubblica, che ha tirato fuori le pagelle trovate negli archivi del liceo classico Massimo D’Azeglio di Torino, frequentato da Angela dal 1939 al 1947. Una scuola prestigiosa, nella quale studiarono anche Cesare Pavese e Primo Levi.

Eppure Angela, medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte, dodici lauree honoris causa, fu rimandato e dovette studiare d’estate. La sua grande passione, coltivata fino all’ultimo, era la musica jazz, tanto che – si legge – spesso faceva tardi e andava “a scuola vestito da sera”. Clamoroso il 5 in condotta rimediato dal giornalista nel primo trimestre del quinto anno di liceo, anche a causa di un’assenza non giustificata “il giorno del 21” insieme ad altri 18 compagni di classe. Probabilmente per una manifestazione scolastica: era il terribile inverno del 1946, con temperature di meno 11 gradi a Torino e i termosifoni mal funzionanti della scuola, e c’erano molte manifestazioni in tutta Italia. Un brutto voto che però divenne un 8 nel secondo trimestre.

Al penultimo anno, Angela accumulò ben 5 materie da dover riparare: italiano, latino, matematica, fisica e scienze. L’anno dopo, quello della maturità, scesero a tre: riuscì a diplomarsi nella sessione autunnale, dopo averle recuperate. Una classe “fiacca e lenta”, scrivevano i professori. Sulla pagella tutti sei e un nove: educazione fisica. “Oggi come allora, non sempre la scuola riesce a cogliere in pieno la bravura dei ragazzi”, ha commentato l’attuale preside dell’Istituto Franco Francavilla. Uno studente allora forse non proprio modello, ma che avrebbe fatto ricredere i suoi professori, diventando uno dei padri della cultura italiana.

Ti potrebbe interessare
TV / I migliori anni 2024: le anticipazioni (cast e ospiti) della terza puntata
TV / Le ragazze: le anticipazioni della puntata del 20 aprile 2024 su Rai 3
TV / Amici 2024, il serale: le anticipazioni (ospiti, allievi e squadre) della quinta puntata
Ti potrebbe interessare
TV / I migliori anni 2024: le anticipazioni (cast e ospiti) della terza puntata
TV / Le ragazze: le anticipazioni della puntata del 20 aprile 2024 su Rai 3
TV / Amici 2024, il serale: le anticipazioni (ospiti, allievi e squadre) della quinta puntata
TV / I migliori anni 2024 streaming e diretta tv: dove vedere la terza puntata
TV / Madagascar: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Amici 2024, il serale streaming e diretta tv: dove vedere la quinta puntata
TV / Don Camillo e l’onorevole Peppone: tutto quello che c’è da sapere sul film
Spettacoli / Il testo del monologo di Scurati: "La premier non ha mai ripudiato l'esperienza fascista"
TV / Verissimo, gli ospiti e le anticipazioni della puntata in onda oggi, sabato 20 aprile 2024
Spettacoli / Aborto, Lilli Gruber: "L'ultima parola la devono avere le donne, nei paesi civili è così"