Paola Cortellesi legge in romanesco la “lettera al Padreterno” e commuove il web | VIDEO

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 15 Mag. 2020 alle 09:03 Aggiornato il 15 Mag. 2020 alle 09:04
70

Paola Cortellesi, la “lettera al Padreterno” commuove il web

Paola Cortellesi ha letto una lettera al popolo del web e il video è diventato in poco tempo virale. L’attrice, in romanesco, ha letto alcuni passaggi di una lettera che parla dell’uomo e dell’abitudine di guardare sempre dall’alto, con satelliti, le tragedie della Natura. Una lettera in cui l’uomo crede di saperne più del Padreterno, ma che ha dovuto poi prendere coscienza dei propri limiti e ammettere che non ce la si può fare da soli.

La Cortellesi ha letto queste righe sul suo account Instagram: “Padre mio, scusa li toni, ma lo so che me perdoni si te dico francamente st’omo tuo non vale niente”. Nella didascalia del post, l’attrice ha scritto: “Un’umanità che ha inquinato mari e fiumi, che ha riempito l’ambiente “de monnezza”, incendiando boschi, provocando lo scioglimento dei ghiacciai. Di questo si parla nella poesia “dell’amica S, donna straordinaria che ogni giorno si prende cura degli altri e ogni tanto regala poesie”.

Paola Cortellesi, la lettera al Padreterno: “Nun ha senso proprio niente si nun poi sta co la gente”

L’umanità però, dice Paola Cortellesi: ” ha capito la lezione sotto i corpi der bastone”, il bastone detto anche Coronavirus, che ha cambiato il mondo e ci ha reso consapevoli del fatto che “nun ha senso proprio niente si nun poi sta co la gente”, dice la Cortellesi.

“Un uomo che vuole fiato, vuole ’nprato, vuole er vento sulla pelle, l’aria fresca de collina e quella del mare che è salina, vuole l’erba sotto i piedi, un pallone co du reti. Vuole ritrovare l’orizzonte sconfinato nel tramonto della sera e la calma, quella vera”. Poi, rivolgendosi al Padreterno, Paola Cortellesi invoca aiuto: “Tu da solo tutto puoi. Tu, che non sei come noi, fa fini’ st’epidemia che scompaia, vada via”.

Leggi anche:

1. Tom Cruise vuole girare solo a Venezia: “I miei soldi devono arrivare solo alle zone più colpite dal Coronavirus”/ 2. L’appello di divi del cinema e scienziati: “Perché non vogliamo tornare alla normalità dopo il Coronavirus”

70
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.