Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli

Morto a 88 anni Jean-Paul Belmondo, icona del cinema francese

Immagine di copertina
Ansa

Morto a 88 anni Jean-Paul Belmondo, icona del cinema francese

È morto all’età di 88 anni l’attore Jean-Paul Belmondo, una delle stelle più brillanti della Nouvelle vague francese. Considerato “il brutto più affascinante del cinema francese”, Belmondo ha raggiunto la notorietà internazionale con il classico del 1961 “A bout de souffle” (Fino all’ultimo respiro) di Jean-Luc Godard, che ha lanciato il nuovo cinema d’oltralpe in tutto il mondo. Nel film Belmondo interpretava uno sfortunato malvivente che si innamora dell’americana Jean Seberg a Parigi, in un ruolo che ha anche lanciato la carriera di “Bebel”, con il suo naso schiacciato e il fascino spensierato, arrivata a contare oltre 80 film in cui ha interpretato una grande varietà di ruoli, dimostrandosi un attore di eccezionale versatilità.

Un talento premiato nel 2011 con la Palma d’oro alla carriera alla 64esima edizione del Festival di Cannes e nel 2016 con il Leone d’oro alla carriera alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, consacrando una personalità diventata centrale nella cultura popolare francese.

“Il Tricolore, un bicchierino di cognac, un orlo svasato – sono stati retrocessi a simboli secondari della Francia”, aveva scritto nel 1964 Time, elevando Belmondo a icona di una nuova Francia. “Il simbolo principale è l’immagine di un giovane uomo stravaccato sulla sedia di un caffè… è Jean-Paul Belmondo, il figlio naturale della concezione esistenzialista, che rappresenta tutto e niente alla velocità di 738 miglia orarie”.

“Rimarrà per sempre Il Magnifico. Jean-Paul Belmondo era un tesoro nazionale, pieno di brio e risate, con voce forte e fisico scattante, eroe sublime e figura familiare, instancabile temerario e mago delle parole. In lui ci siamo ritrovati tutti”, ha scritto su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron.

Oggi il suo legale Michel Godest ha confermato che Belmondo è morto nella sua casa di Parigi, dove si è spento “serenamente”. “Era molto affaticato da qualche tempo”, ha detto, secondo quanto riportato da Afp.

Belmondo, nato il 9 aprile 1933 a Neuilly-sur-Seine dal celebre scultore Paul Belmondo e della pittrice Sarah Rainaud-Richard, era già stato colpito da un’ischemia cerebrale nel 2001, che lo aveva costretto a ritirarsi dalle scene fino al 2008.

Ti potrebbe interessare
TV / Anticipazioni Uomini e Donne oggi, 21 settembre 2021 | Trono Classico e Over
TV / Ascolti tv lunedì 20 settembre: I bastardi di Pizzofalcone 3, Grande Fratello Vip, Presa Diretta
TV / Grande Fratello Vip 2021, eliminati oggi: chi è stato eliminato?
Ti potrebbe interessare
TV / Anticipazioni Uomini e Donne oggi, 21 settembre 2021 | Trono Classico e Over
TV / Ascolti tv lunedì 20 settembre: I bastardi di Pizzofalcone 3, Grande Fratello Vip, Presa Diretta
TV / Grande Fratello Vip 2021, eliminati oggi: chi è stato eliminato?
TV / Grande Fratello Vip 2021, nomination: i concorrenti nominati oggi, 20 settembre
TV / La Casa di Carta e l’eterno ritorno dell’uguale
TV / A che ora inizia I Bastardi di Pizzofalcone 3: l’orario della messa in onda su Rai 1
TV / I Bastardi di Pizzofalcone 3: le anticipazioni (trama e cast) della prima puntata
TV / Attacco al potere 3: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Jumanji – Benvenuti nella giungla: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Presa Diretta: le anticipazioni della puntata di stasera, 20 settembre 2021, su Rai 3