Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Kevin Spacey si è scusato dopo l’accusa di avances sessuali a un attore 14enne

L'attore di Hollywood dice di non ricordare l'episodio raccontato da Anthony Rapp, interprete di Star Trek, accaduto oltre 30 anni fa

Di Anna Ditta
Pubblicato il 30 Ott. 2017 alle 09:40 Aggiornato il 30 Ott. 2017 alle 16:27
0
Immagine di copertina
Kevin Spacey. Credit: Nicholas Kamm

Il famoso attore di Hollywood Kevin Spacey ha risposto alle accuse di avances sessuali nei confronti di un minorenne. Spacey è stato accusato da Anthony Rapp, un interprete di Star Trek, di aver avuto un comportamento poco appropriato nei suoi confronti a una festa nel 1986, quando Rapp aveva 14 anni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

In una nota pubblicata lunedì sul suo profilo Twitter, Spacey dice di non ricordarsi della vicenda, ma aggiunge che – se questa è davvero accaduta – si è trattato di un “comportamento profondamente inappropriato di un ubriaco”, e per questo si scusa.

In un’intervista a BuzzFeed pubblicata lunedì 30 ottobre, Rapp ha detto che 31 anni fa Spacey invitò lui e un suo amico diciassettenne a una festa in un nightclub di New York. Secondo Rapp, Spacey, che all’epoca aveva 26 anni,  invitò entrambi i ragazzini nonostante fossero visibilmente minorenni e li fece entrare nell’area VIP del club.

Successivamente, Spacey invitò Rapp a una festa nel suo appartamento di Manhattan, a cui il ragazzino prese parte. Rapp ha raccontato di aver trascorso gran parte del tempo annoiandosi e guardando la televisione in camera da letto fino a notte fonda, quando ha notato Spacey davanti alla porta della stanza e ha capito che gli altri ospiti se ne erano andati.

Rapp ha detto che Spacey stava sulla soglia della camera e che barcollava. La sua impressione fu che l’attore fosse ubriaco. “Mi prese in braccio come uno sposo solleva la sposa, sulla soglia della porta”, ha detto l’attore. “Ma all’inizio non mi sono divincolato, perché non capivo cosa stesse succedendo. E poi lui si è disteso sopra di me”.

Anthony Rapp ha descritto quella esperienza come “un momento agghiacciante”, aggiungendo che Spacey stava cercando di “sedurlo” ma che lui è riuscito a divincolarsi e a chiudersi in bagno e a dire all’uomo che stava per andarsene.

“Mentre aprivo la porta per uscire, lui era appoggiato alla porta d’ingresso, come a dire: ‘Sei sicuro che te ne vuoi andare?’ Ho detto: ‘Sì, buona notte’, e poi sono andato via”, ha raccontato Rapp, che sostiene di essere rimasto traumatizzato dalla vicenda.

“Sinceramente non mi ricordo di questo incontro”, ha scritto Spacey nella nota pubblicata sulla sua pagina Twitter. “Sarebbe stato più di 30 anni fa. Ma se mi sono comportato come [Rapp] descrive, gli devo le mie più sincere scuse per il comportamento profondamente inappropriato di un ubriaco e mi dispiace per i sentimenti che lui dice di aver portato con sé in tutti questi anni”.

L’attore statunitense, nel suo post, ha ammesso inoltre di aver avuto relazioni sia con donne sia con uomini in passato, e che questa storia lo ha incoraggiato a fare coming out. Spacey ha detto di aver deciso di “vivere come un uomo gay”, e di voler parlare di questo apertamente e con onestà, partendo dall’esame del suo stesso comportamento.

La rivelazione, tuttavia, è stata criticata da parte della stampa, che ha parlato di un pessimo momento per fare coming out e ha accusato l’attore di aver voluto sfruttare la denuncia di Rapp per parlare del suo orientamento sessuale. Owen Jones, columnist del Guardian, ha sottolineato ad esempio che l’attore ha alimentato una “crudele bugia” sugli omosessuali.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.