Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

I capolavori da recuperare: Election

Immagine di copertina

I capolavori da recuperare: Election

Prima di tutto, l’informazione più importante: Election è un capolavoro, lo potete noleggiare o comprare per pochi Euro su Amazon.

Che Alexander Payne fosse un talento, con alti e bassi certo, ma un talento, è noto all’industria. E Vincitore di Oscar. Qualche anno fa Michele Gammino, uno dei più grandi doppiatori italiani, voce di Harrison Ford, Richard Gere, Kevin Kostner e molti altri tra cui Jack Nicholson, mi disse: “A proposito di Schmidt è il più bel film di Nicholson che ho doppiato”. E come dargli torto. Graffiante, feroce, un film strepitoso. Il regista di quel film è Alexander Payne, che alla sua seconda opera scrisse e diresse Election. Un film magistrale, pensato, scritto e diretto in maniera sublime. Nominato agli Oscar per la miglior sceneggiatura. E ai Golden Globe per l’interpretazione, da lacrime dalle risate, di Reese Witherspoon.

Election è esilarante. E forse il suo essere contestualizzato come commedia, il suo essere prodotto da MTV, e non da una Major, condannò questo film, che per scrittura e narrativa è oggettivamente superiore.

Una giovanissima Reese Witherspoon (il film è del 1999) è una studentessa perfezionista, arrivista e non particolarmente simpatica. Matthew Broderick, attore di capacità raffinatissime, è il professore e vice-preside di un liceo americano, teatro della battaglia tra i due. La storia parte dalle elezioni del collegio studentesco, ma è solo un pretesto per parlare di meritocrazia, talento, seduzione, politica, sempre nei toni di un Alexander Payne giovane e al suo meglio. Con risate, continue, ammirate nel talento di scrittura dell’autore, costanti.

Election è uno di quei film magici che puoi riguardare mille volte, non ha nulla di meno rispetto a capolavori come “When Harry met Sally”, ha un impianto narrativo di livello assoluto, si rimane ammirati nel capire come sia stato difficile rendere così divertente e semplice la rotazione drammaturgica di sei personaggi con due punte. La forza di Payne è trasformare in divertente ciò che non è divertente per nulla, e la sua capacità di guardare nelle contraddizioni e nella debolezza dei suoi personaggi. Non si salva nessuno, o quasi. Ogni scena è messa al punto giusto, con i tempi giusti, con le battute perfette giocate nei momenti perfetti. Fermi immagine esilaranti, situazioni grottesche e davvero crudeli dal punto di vista comico, e un ultimo atto in cui tutto, ma proprio tutto, va a rotoli. E’ un film che rimane impresso anche nel finale, triste ed esilarante.

E’ questo il talento di Payne. Rendere il fallimento una impresa comica. Il film è stato distribuito in Italia nel 2000, con incassi tutto sommato accettabili. Ma il paese era già entrato nella spirale della mediocrità, e forse il film non è stato capito del tutto. Anche negli Stati Uniti il successo non è stato deflagrante. Ecco perché ho deciso di inaugurare questa rubrica con questo film. Perché è stato sfortunato, ma, credetemi, è bellissimo. Di Payne recuperate “A proposito di Schmidt” e “Nebraska”, entrambi bellissimi.

Ti potrebbe interessare
TV / Masterchef Italia 13 vincitore: chi ha vinto il cooking show di Sky
TV / Masterchef Italia 13, eliminati: chi è stato eliminato oggi?
Spettacoli / Morto Paolo Taviani, il maestro di cinema con il fratello Vittorio aveva 92 anni
Ti potrebbe interessare
TV / Masterchef Italia 13 vincitore: chi ha vinto il cooking show di Sky
TV / Masterchef Italia 13, eliminati: chi è stato eliminato oggi?
Spettacoli / Morto Paolo Taviani, il maestro di cinema con il fratello Vittorio aveva 92 anni
TV / Piazzapulita: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, 29 febbraio 2024
TV / Le Iene presentano – Inside: anticipazioni e ospiti del programma di Italia 1, 29 febbraio 2023
TV / Doc – Nelle tue mani 3: le anticipazioni (trama e cast) della settima puntata
TV / Dritto e Rovescio: anticipazioni e ospiti di oggi, 29 febbraio 2024
TV / Masterchef Italia 13: le anticipazioni, le prove e gli ospiti della finale del 29 febbraio
TV / Terra amara: le anticipazioni (trama e cast) della puntata di oggi, 29 febbraio
TV / Splendida cornice, Geppi Cucciari su Rai 3: anticipazioni e ospiti, 29 febbraio 2024