Me
HomeSondaggi

Sondaggi politici 8 luglio: il centrodestra supera il 50 per cento

Di Luca Serafini
Pubblicato il 8 Lug. 2019 alle 10:06 Aggiornato il 11 Lug. 2019 alle 10:54
Immagine di copertina
Matteo Salvini e Giorgia Meloni

Sondaggi politici oggi | Centrodestra | Centrosinistra | Elettorali 

Sondaggi politici oggi – Secondo la supermedia dei sondaggi elaborata da YouTrend per Agi, che fa una media delle rilevazioni dei principali istituti demoscopici, l’Italia è sempre più in mano al centrodestra.

Se Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia si presentassero insieme alle elezioni, infatti, raccoglierebbero più del 50 per cento dei consensi (50,02), in aumento di tre punti percentuali rispetto alla scorsa settimana.

Arranca invece il centrosinistra, che perde lo 0,7 per cento e si assesta al 25,6.

Il Movimento Cinque Stelle, rispetto alla scorsa settimana, cede lo 0,2 per cento e cala al 17,7 per cento dei consensi.

Sondaggi politici oggi | Lega | PD | M5s | Fratelli d’Italia | Forza Italia | +Europa

Quanto ai dati scorporati per i singoli partiti, la Lega si attesta al 35,6, il calo dello 0,1 per cento. Il Partito Democratico perde lo 0,8 per cento per un 22,7 totale. Detto del Movimento Cinque Stelle, sale invece Forza Italia, che nonostante le polemiche interne tra Toti e Berlusconi guadagna lo 0,3 per cento (7,8 complessivo).

Resta stabile Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni conferma il dato del 6,7 per cento. Guadagna lo 0,2 per cento +Europa, attestandosi al 3,0 per cento. Leggero aumento anche per i Verdi: +0,5 per cento rispetto alla scorsa settimana e 2,3 complessivo.

Flessione invece per La Sinistra: -0,2 per un 1,7 per cento totale.

Sondaggi politici oggi | Governo destinato a durare

Secondo un sondaggio realizzato da Swg per il Tg di La7, tra l’altro, il governo è destinato a durare.

Per il 44 per cento degli intervistati, la tenuta del Carroccio e del Movimento 5 Stelle arriverà fino a fine legislatura.

Il 17 per cento ritiene che il Governo si romperà a settembre e il 28 per cento ritiene che la crisi travolgerà l’esecutivo entro la fine dell’anno in corso.

Il quadro che emerge è quindi, in sostanza, quello di una generale fiducia nei confronti dell’esecutivo M5s-Lega, nonostante le numerose polemiche che ne hanno minato l’armonia nel corso dei mesi.

Ovviamente chi trae maggiormente beneficio dalla situazione è Salvini: la Lega infatti continua a salire nelle preferenze degli italiani, mentre il M5s continua a calare.