Sondaggi politici elettorali oggi 3 settembre 2020: in calo la Lega, i partiti di governo superano il centrodestra

Di Antonio Scali
Pubblicato il 3 Set. 2020 alle 06:12
1.6k
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali oggi 3 settembre 2020: ultimissimi dati

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – Fino a qualche mese fa sarebbe stato quasi impensabile. Secondo l’ultimo sondaggio di Demoskopea, infatti, la Lega registra un netto calo, toccando il minimo storico da un paio di anni a questa parte. Il partito di Matteo Salvini adesso avrebbe oltre il 10% di consensi in meno rispetto alle Europee del 2019.

Un autentico tonfo, che fa felici il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle. Meloni si confermerebbe stabilmente in doppia cifra, riducendo il proprio gap dalla Lega. Proprio i partiti che sostengono l’attuale governo guidato da Giuseppe Conte avrebbero così superato quelli della coalizione di centrodestra. Lega, Forza Italia e FdI si attesterebbero al 45,3%, mentre la somma dei partiti di governo è di 46,9%. Un sorpasso, come dicevamo, inimmaginabile fino a pochi mesi fa.

sondaggi politici elettorali

Insomma, se si votasse domani i partiti di centrosinistra sarebbero davanti al centrodestra. Il forte calo della Lega e il ridimensionamento di Forza Italia sarebbero compensati solo in parte dalla crescita di Fratelli d’Italia. Il Pd adesso sarebbe soltanto tre punti sotto il Carroccio, e anche il Movimento 5 Stelle viene dato non troppo lontano dagli ex alleati di governo. Tra i partiti minori, al momento supererebbero la soglia di sbarramento del 3% previsto dal Rosatellum La Sinistra, Italia Viva e Azione, mentre resterebbero fuori +Europa e i Verdi.

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne. Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi  / 2. I sondaggi sulla Lega / 3. I sondaggi sul Pd / 4. I sondaggi sul M5S

1.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.