Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Sondaggi politici elettorali oggi 23 febbraio 2021: Fratelli d’Italia a meno di un punto dal Pd

Di Anna Ditta
Pubblicato il 23 Feb. 2021 alle 06:29
592
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali oggi 23 febbraio 2021

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI – Gli italiani hanno alte aspettative sul governo Draghi, ma la maggior parte di loro non è soddisfatta della composizione del nuovo esecutivo. A rilevarlo è l’ultimo sondaggio Swg realizzato per il TgLa7, diretto e condotto da Enrico Mentana, e andato in onda nella serata di ieri, lunedì 22 febbraio 2021.

I sondaggi registrano un balzo in avanti di Fratelli d’Italia, la forza politica che ha deciso di restare all’opposizione, che guadagna +1,3 per cento e arriva a meno di un punto di distanza dal Partito democratico (17,5 contro 18,3 per cento). Mdp-Articolo1, dopo la decisione di Fratoianni di non votare la fiducia al governo, guadagna lo 0,3 per cento.

Le aspettative sul governo Draghi

Il 46 per cento degli italiani ritengono che il governo Draghi sarà molto meglio (17 per cento) o un po’ meglio (29 per cento) rispetto al governo Conte-bis. Secondo il sondaggio di Swg per il TgLa7, il 20 per cento ritiene invece che l’operato del governo sarà un po’ peggio (11 per cento) o molto peggio (9 per cento), mentre il 24 per cento pensa che non ci saranno differenze e il 10 per cento non si pronuncia.

Sulla composizione del governo, invece, gli italiani in maggioranza dicono di essere soddisfatti poco o niente (56 per cento), mentre solo il 29 per cento si dice abbastanza o molto soddisfatto. Tra i punti critici segnalati dalla maggior parte degli intervistati, ci sono la “scarsa competenza di molti dei ministri” (35 per cento) e la presenza di troppi politici (26 per cento).

Le ripercussioni sulle forze politiche

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi / 2. I sondaggi sulla Lega / 3. I sondaggi sul Pd / 4. I sondaggi sul M5S

592
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.