Me

Sondaggi politici elettorali oggi 21 ottobre: Italia Viva è un problema per il governo

Ecco cosa indicano gli ultimissimi sondaggi politici elettorali di oggi, 21 ottobre 2019, partito per partito

Di Donato De Sena
Pubblicato il 21 Ott. 2019 alle 07:06
Immagine di copertina
Il leader di Italia Viva Matteo Renzi alla Leopolda 10

Sondaggi politici elettorali oggi 21 ottobre: ultimissimi

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI –  Tutti i sondaggi politici elettorali sulle intenzioni di voto ai partiti stimano Italia Viva poco oltre lo sbarramento previsto dalla legge elettorale per entrare in Parlamento, fissato al 3 per cento dei consensi. Il nuovo movimento di Matteo Renzi viene segnalato intorno al 4-5 per cento delle preferenze. Certamente però la neonata formazione viene considerata un problema, un rischio per il governo Conte sostenuto da Pd e M5S.

Qui riportiamo alcuni dati aggiornati ad oggi, lunedì 21 ottobre 2019.

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI: IL SONDAGGIO DI IPSOS

Il sondaggio realizzato dall’istituto demoscopico Ipsos per il Corriere della Sera tra l’8 e il 10 ottobre scorso, e pubblicato sulle pagine del quotidiano ieri, domenica 20 ottobre, spiega che per il 63 per cento degli elettori del Paese Italia Viva rappresenta un vero e proprio “problema” per l’esecutivo Conte perché, indicano gli intervistati, “Renzi potrebbe scegliere presto di abbandonare il sostegno al governo per un proprio calcolo politico”.

Secondo la stessa rilevazione solo il 12 per cento degli italiani considererebbe oggi Iv uno “stimolo” per i giallorossi contribuendo al lavoro della squadra dei ministri con “idee innovative”. Il 25 per cento delle persone interpellate comunque non risponde, dice che non sa cosa indicare o preferisce non fornire alcuna risposta.

Ovviamente, come spesso accade, le percentuali delle risposte sono diverse a seconda del partito politico di riferimento. Secondo il sondaggio di Ipsos a considerare Italia Viva un “problema” per il governo Pd-M5S sono soprattutto gli elettori di Fratelli d’Italia o Forza Italia. È l’85 per cento dei sostenitori di Fdi e Fi a ritenere che il movimento renziano sia un rischio. Il 7 per cento ritiene che sia al contrario uno “stimolo” e l’8 per cento non sa o non indica.

Diversi i dati dell’elettorato del Movimento 5 Stelle. Tra i pentastellati il 70 per cento ritiene Italia Viva un “problema” per l’esecutivo, l’11 per cento vede nei renziani uno “stimolo” per l’esecutivo e il 19 per cento non si esprime.

Sondaggi politici elettorali: i dati in breve di Ipsos

  • Italia viva è un “problema” per il governo Conte: 63 per cento
  • Iv è uno “stimolo” per il governo Conte: 12 per cento
  • Non sa o non indica: 25 per cento

(Fonte: Corriere della Sera)

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Tutti gli ultimi sondaggi politici elettorali di TPI

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti.

Le interviste di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.