Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sondaggi

Sondaggi politici elettorali oggi 11 dicembre: gli italiani sono favorevoli alla plastic tax

Immagine di copertina

Ecco cosa indicano gli ultimissimi sondaggi politici elettorali di oggi, 11 dicembre 2019

Sondaggi politici elettorali oggi 11 dicembre: ultimissimi

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – Gli italiani sono a favore della plastic tax: il clamoroso dato emerge dagli ultimi sondaggi diffusi oggi, martedì 11 dicembre 2019.

A dirlo è una rivelazione effettuata da Swg per il TgLa7. Secondo l’istituto di ricerca, infatti, il 45 per cento del campione intervistato ritiene che la tassa, ideata per incentivare l’uso di materiale riciclabile, vada introdotta.

Il 39 per cento, invece, è contrario alla tassa, mentre il 16 per cento non sa esprimersi sull’argomento.

Il dato è sorprendente soprattutto se confrontato con le percentuali dei partiti di governo. I favorevoli all’introduzione della tassa, infatti, risultano essere superiori ai dati riguardanti i singoli partiti, segno che gli italiani su alcuni temi sembrano non farsi coinvolgere dalle polemiche politiche.

Anche secondo un sondaggio commissionato da Facile.it alle società mUp Research e Norsta, emerge che gli italiani sono a favore della plastic tax.

In questo caso, sarebbero addirittura il 54,7 per cento gli italiani a favore dell’introduzione della tassa. Il 33,9 per cento è contrario, mentre l’11,4 per cento non sa cosa rispondere.

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Tutti gli ultimi sondaggi politici elettorali di TPI

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti.

Le interviste di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Ti potrebbe interessare
Sondaggi / Referendum sulla giustizia: quorum lontanissimo
Sondaggi / Il Pd si riavvicina a Fratelli d'Italia, crolla la Lega
Sondaggi / Fdi guadagna ancora e stacca il Pd, crolla il M5S
Ti potrebbe interessare
Sondaggi / Referendum sulla giustizia: quorum lontanissimo
Sondaggi / Il Pd si riavvicina a Fratelli d'Italia, crolla la Lega
Sondaggi / Fdi guadagna ancora e stacca il Pd, crolla il M5S
Sondaggi / Se si votasse oggi, il centrodestra avrebbe vittoria assicurata
Sondaggi / Fdi vola nei consensi e stacca tutti gli altri partiti
Sondaggi / Italiani divisi sull'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato
Sondaggi / Fdi e Pd volano nei consensi e distanziano Lega e M5S
Sondaggi / Fratelli d'Italia stacca il Pd, Lega in discesa
Sondaggi / Sondaggi politici elettorali oggi 16 maggio 2022: referendum giustizia, solo il 30% andrà a votare: lontano il quorum
Sondaggi / Invio delle armi in Ucraina, contraria la maggioranza degli italiani: “È sbagliato e va interrotto”