Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sondaggi

Sondaggi politici elettorali oggi 1 luglio 2022: cosa pensano gli italiani della guerra in Ucraina

Immagine di copertina
Credit: Ansa

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI 1 LUGLIO 2022

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI – Il sondaggio di Ecfr sulla guerra in Ucraina ha preso in considerazione 8.000 cittadini dei dieci Paesi europei, tra quesiti lii italiani sarebbero quelli con le posizioni più vicine a quelle della Russia.

Quattro mesi dopo l’inizio della guerra in Ucraina, Ecfr ha realizzato un sondaggio effettuato in contemporanea in dieci Paesi europei tra cui anche l’Italia, la Francia, la Germania e il Regno Unito. Un primo sondaggio ha domandato ai cittadini intervistati a campione di chi sia la principale responsabilità dello scoppio della guerra in Ucraina. Come si può vedere, in Italia il 27% dei rispondenti ha puntato il dito contro Kiev, la percentuale più alta tra i Paesi presi in considerazione.

Musica simile anche nel sondaggio riguardante il paese che sarebbe il maggiore ostacolo nel raggiungimento della pace tra Russia e Ucraina. In questo caso per gli italiani le responsabilità tra Mosca e Kiev sarebbero quasi simili.

L’Italia sarebbe al primo posto anche per la contrarietà a un innalzamento della spesa militare, con il 14% favorevole a un aumento degli stanziamenti per la difesa ora che c’è la guerra a fronte di un 63% che invece si è detto contrario.

COME SI FANNO I SONDAGGI

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne. Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: Tutti i sondaggi
Ti potrebbe interessare
Sondaggi / FdI in testa, segue il Pd. Rischio astensione
Sondaggi / Il centrodestra avanza sempre di più: vantaggio quasi incolmabile
Sondaggi / Lo strappo con il Pd costa caro a Calenda: Azione crolla al 2%
Ti potrebbe interessare
Sondaggi / FdI in testa, segue il Pd. Rischio astensione
Sondaggi / Il centrodestra avanza sempre di più: vantaggio quasi incolmabile
Sondaggi / Lo strappo con il Pd costa caro a Calenda: Azione crolla al 2%
Sondaggi / Dopo lo strappo Calenda-Letta il centrosinistra sotto il 30% e 30 collegi in più per il centrodestra
Sondaggi / Gli italiani vorrebbero ancora Draghi come premier
Sondaggi / Il Pd sorpassa la Meloni, Lega e Forza Italia in calo
Sondaggi / Elezioni, senza alleanza Pd-Sinistra/Verdi 11 seggi in più al centrodestra
Sondaggi / Testa a testa tra Fratelli d'Italia e Pd, ma il centrodestra è in netto vantaggio
Sondaggi / Renato Mannheimer: "Calenda può arrivare al 10%"
Sondaggi / Letta-Calenda, senza l’alleanza 15 seggi in più al centrodestra