Covid ultime 24h
casi + 9.789
deceduti +358
tamponi +190.635
terapie intensive +8

Sondaggi politici elettorali oggi 29 marzo 2021: gli elettori di Pd e 5 Stelle dicono sì all’alleanza tra i due partiti

Di Antonio Scali
Pubblicato il 29 Mar. 2021 alle 06:19
2.8k
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali oggi 29 marzo 2021

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI – Gli elettori del Pd e quelli del Movimento Cinque Stelle sarebbero favorevoli ad un’alleanza tra i due partiti. A rivelarlo è l’ultimo sondaggio Winpoll-Sole pubblicato su Il Sole 24 Ore. Dopo le dimissioni inaspettate di Nicola Zingaretti, il Pd sembra aver ritrovato nuova linfa con la guida affidata ad Enrico Letta.

Diversi sondaggi realizzati negli ultimi giorni, come l’ultimo di Ipsos, infatti, vedono i democratici tornare sopra il 20% dei consensi, al secondo posto, dietro la Lega. Una ripresa significativa, dunque, dopo che durante il Conte II molti elettori criticavano al Pd il fatto di non avere una proposta politica chiara e le troppe divisioni interne.

Il pugno duro imposto da Letta sul tema delle nomine nel partito, dunque, sembra andare dalla parte di ciò che chiedevano gli elettori. Il nuovo segretario si è poi detto favorevole ad un’alleanza con il M5s, fondamentale per non consegnare il Paese al centrodestra. Anche i pentastellati in questo periodo stanno cambiando pelle, tornando alle origini su alcuni temi come l’ecologia, e con una nuova guida, affidata all’ex premier Giuseppe Conte.

Un’alleanza benedetta dai rispettivi elettorati. Come rivela il sondaggio Winpoll, infatti, alla domanda “Secondo lei, alle prossime elezioni politiche, Partito democratico e Movimento 5 stelle dovrebbero presentarsi in coalizione insieme?”, il 71% degli elettori dem e ben il 76% di chi vota il M5s ha risposto in modo affermativo. Considerando invece il totale del campione, il 37% degli italiani è favorevole ad un’alleanza tra i due partiti.

Sorprendente è in particolare la volontà degli elettori grillini, visto che per anni hanno fatto dell’autonomia e del no alle alleanze il loro tratto distintivo. L’accordo Pd-M5S è bocciato soprattutto dai simpatizzanti di Italia Viva, con ben il 92% di contrari. Sintomo che l’idea di Letta di costruire un’alleanza progressista che tenga dentro anche il partito di Renzi e quello di Calenda non sarà cosa facile da attuare. Ma il neo segretario del Pd è fiducioso, e dopo aver incontrato il leader di Azione, nei prossimi giorni è intenzionato a vedersi anche con l’ex premier.

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: Tutti i sondaggi

2.8k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.