Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Sondaggi politici elettorali: trionfo Draghi, due italiani su tre hanno fiducia nel suo Governo

Di Redazione TPI
Pubblicato il 14 Feb. 2021 alle 11:13 Aggiornato il 14 Feb. 2021 alle 11:14
435
Immagine di copertina
Credit: Quirinale twitter

Sondaggi politici elettorali oggi: due italiani su tre si fidano del Governo Draghi

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – Secondo un sondaggio realizzato dall’istituto Winpoll per Il Sole 24 Ore, i due terzi (67%) degli italiani hanno fiducia nelle misure che potrà mettere in campo Draghi su debito e crescita. I più fiduciosi risultano essere gli elettori di Italia Viva (96%), Forza Italia (92%) e PD (90%). Diversa la situazione tra l’elettorato dei Cinque Stelle: qui solo il 41% degli intervistati vede di buon occhio le misure che potrebbe varare Draghi. La fiducia nelle politiche di Draghi è addirittura maggiore, rispetto ai 5 Stelle, tra l’elettorato di Fratelli d’Italia (52%), che pure starà all’opposizione del governo.

Agli intervistati è stato anche chiesto quali debbano essere i principali obiettivi economica che dovrà seguire il governo Draghi. Tra le priorità indicate ci sono lavoro e occupazione (68%), investimenti nella sanità (52%) e incentivi per il rilancio alle imprese (30%). I due terzi degli italiani (66%) non hanno una idea chiara del Recovery Plan, ma tra chi lo conosce il giudizio positivo prevale su quello negativo (21% a 13%).

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi / 2. I sondaggi sulla Lega / 3. I sondaggi sul Pd / 4. I sondaggi sul M5S

435
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.