Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

#TUCOMELEI, al via la campagna per combattere la violenza di genere e la cultura dello stupro

Di Redazione TPI
Pubblicato il 7 Mar. 2021 alle 19:22 Aggiornato il 7 Mar. 2021 alle 19:23
38
Immagine di copertina

#TUCOMELEI, al via la campagna di Protection4kids per combattere la violenza di genere

Protection4Kids, Organizzazione Non Governativa focalizzata sulle violenze di genere, pedopornografia e reati online, lancia la campagna su Instagram #tucomelei per contrastare stereotipi, pregiudizi e abusi nei confronti delle donne. «Le donne oggi sono colpevolizzate anche quando sono vittime di reati gravi. Viviamo in un mondo dove sembra normale utilizzare un linguaggio misogino che oggettivizza il corpo femminile e spettacolarizza tragici episodi di violenza sessuale”, spiega Annachiara Sarto, direttrice di Protection4kids.

“Quotidianamente sentiamo frasi come ‘Se l’è cercata’, ‘Cosa ci faceva lì a quell’ora?’, ‘Aveva bevuto?’, oppure ‘Ha scelto lei di farsi quel video.’, ‘A chi l’ha data per ricoprire quel ruolo?’. Abbiamo perciò pensato a questa campagna, totalmente consapevoli della sua natura un po’ provocatoria perché crediamo che ogni donna debba aver la possibilità di esercitare il diritto di scegliere come vivere, esprimersi ma anche come poter realizzarsi professionalmente e sentirsi libera nei propri comportamenti senza aver paura di essere giudicata”.

A supporto della campagna è stata sviluppata la piattaforma www.tucomelei.it dove ogni donna può lanciare il proprio messaggio di rivendicazione completando la frase: “Sì, io posso…”. Ad esempio, Chiara, 24 anni, scrive “Sì, io posso camminare da sola la sera tardi senza avere paura” mentre Cinzia rivendica il diritto a vestirsi scollata e Camilla quello di andare a letto con una persona la prima notte. Messaggi che cercano di scardinare quegli stereotipi di genere che impattano negativamente sulla vita personale e professionale delle donne, in un contesto sociale dove un milione e 404 mila donna sono vittime di una violenza fisica o sessuale almeno una volta nella vita.

Protection4kids è un’associazione no profit che si impegna quotidianamente a livello nazionale e internazionale per combattere le violenze di genere e i reati che si perpetuano soprattutto online (revenge porn, victim blaming, rape culture, slut shaming e hate speech). Si occupano inoltre di assistere i minori vittime di tratta di esseri umani e di pedopornografia.

La priorità di Protection4kids è quella di prevenire tali fenomeni attraverso un uso sapiente delle nuove tecnologie: grazie ad un team di esperti che offrono consulenze professionali altamente qualificate, forniscono assistenza diretta sia online che in loco, cercando di reintegrare le vittime all’interno della società.

Protection4Kids è una ONG (Organizzazione Non Governativa) impegnata ad aiutare concretamente i minori vittime di tratta e pornografia online, attraverso campagne volte a incrementare la sensibilizzazione e aiutare l’opinione pubblica a comprendere questi fenomeni. P4K opera con una ricca rete di consulenti in 50 paesi sparsi tra l’Europa, il sud America e gli Stati Uniti.

38
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.