Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Senza categoria

Se le Federazioni coprono il doping

Immagine di copertina

La Federazione Internazionale di Atletica non nasconde il proprio disappunto per le indagini della WADA in Kenya e Giamaica

Guai a chi tocca Giamaica e Kenya. “L’antidoping va bene, qualche “pesce piccolo” lo potete anche prendere a patto che non si rompa il giocattolo”. Questa, in estrema sintesi e banalizzando sembra essere la posizione della Federazione Internazionale di Atletica Leggera (IAAF) nei confronti dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA).

Lamine Diack, il presidente della IAAF, non è riuscito a trattenersi e si è scagliata contro la WADA, colpevole di aver denunciato l’inconsistenza dei controlli antidoping, sia nell’isola caraibica, “patria degli sprinter”, sia dello stato dell’Africa orientale, “patria dei corridori di lunghe distanze”.

Sono andati i Giamaica e cosa hanno trovato? Niente“, “é ridicolo, Kenya e Giamaica sono fra le federazioni più testate”. Sono queste le dichiarazioni, riportate dal “The New Zealand Herald“, del presidente della IAAF, che ha addirittura apertamente accusato la WADA di volersi fare pubblicità.

Se da un lato è evidente che le accuse della WADA portino in seno un potenziale distruttivo talmente elevato da minacciare di far crollare la credibilità dell’atletica mondiale, è altrettanto evidente che queste scomposte dichiarazioni sembrano far ripiombare lo sport al pre-1999 quando le singole federazioni sportive gestivano l’antidoping e coprivano eventuali dopati eccellenti per non rischiare di perdere sponsorizzazioni o potere di contrattazione nella gestione dei diritti televisivi.

Ti potrebbe interessare
Senza categoria / Ferragni di nuovo a Sanremo? Amadeus: “Per me sì”
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 22 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 21 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Ti potrebbe interessare
Senza categoria / Ferragni di nuovo a Sanremo? Amadeus: “Per me sì”
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 22 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 21 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 9 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Cronaca / Foto shock della sanitaria: caposala posta la foto di lei che ricuce un cadavere. Verifiche dell’Asl di Brindisi
Politica / Migranti, Meloni: “Basita per sentenza Catania, pezzo Italia favorisce ingressi illegali”
Esteri / Ryanair, ira presidente Enac: “Non mi faccio dire da un ad una cosa così grave”
Cronaca / Bimbo di 2 anni in gravi condizioni da 2 mesi dopo aver mangiato formaggio di malga. Indagato il malgaro
Senza categoria / Eros Ramazzotti bacia in bocca la figlia Aurora al concerto, è polemica: “I baci in bocca coi genitori no”
Senza categoria / Il giovane Montalbano: le anticipazioni (trama e cast) della seconda puntata (replica)