Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Senza categoria

Sapone dall’olio esausto

Immagine di copertina

Trasformare un rifiuto in materia prima

Creare il sapone dall’olio esausto, trasformare un rifiuto in materia prima per altro. E non è neanche difficile.

In realtà tutto dovrebbe essere pensato e strutturato così, in natura nulla si crea e nulla si distrugge, quindi per essere più sostenibili dobbiamo necessariamente fare in modo che gli “scarti” di lavorazione o di attività diventino materia prima con cui realizzare altro, abbattendo la nostra impronta sul Pianeta. Sapevate che abbiamo già raggiunto l’Over Shoot Day? Abbiamo già consumato tutte le risorse dell’anno in corso, siamo già in debito.

Torniamo al nostro sapone. Fare il sapone in casa non è complicatissimo e richiede tre ingredienti. Acqua distillata (qui come fare l’acqua distillata in casa), olio (e qui entra in campo l’olio esausto) e soda caustica. Diciamo che a creare problemi è quest’ultimo ingrediente, per cui sono necessari spazi areati, mascherina di protezione e bimbi lontani dalla portata.

Queste le dosi per fare il sapone in casa:

– 300 gr di acqua distillata;

– 1 kg di olio esausto;

– 128 gr di soda caustica;

Preparazione:

1) Filtrare l’olio di frittura;

2) In un contenitore resistente al calore versare l’acqua distillata e la soda con cautela e indossando mascherina e guanti protettivi. Mescolare lentamente e controllare la temperatura con un termometro da pasticceria;

3) Nel frattempo l’olio va scaldato fino a 45 gradi;

4) Quando anche la soluzione con la soda caustica raggiungerà la temperatura di 45 gradi, unite i due liquidi mescolando energicamente fino alla fase di “nastro”, cioè quando il composto diventerà progressivamente più viscoso e quindi sapone.

5) Colare negli stampi e lasciare riposare per 24 ore, attenzione, continuerà a reagire del delle ore quindi cautela;

6) Trascorse le 24 ore togliere dagli stampi e fare stazionare per 6 settimane prima di utilizzare.

Ti potrebbe interessare
Senza categoria / Ferragni di nuovo a Sanremo? Amadeus: “Per me sì”
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 22 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 21 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Ti potrebbe interessare
Senza categoria / Ferragni di nuovo a Sanremo? Amadeus: “Per me sì”
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 22 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 21 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Senza categoria / Terremoto oggi in Italia 9 gennaio 2024: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Cronaca / Foto shock della sanitaria: caposala posta la foto di lei che ricuce un cadavere. Verifiche dell’Asl di Brindisi
Politica / Migranti, Meloni: “Basita per sentenza Catania, pezzo Italia favorisce ingressi illegali”
Esteri / Ryanair, ira presidente Enac: “Non mi faccio dire da un ad una cosa così grave”
Cronaca / Bimbo di 2 anni in gravi condizioni da 2 mesi dopo aver mangiato formaggio di malga. Indagato il malgaro
Senza categoria / Eros Ramazzotti bacia in bocca la figlia Aurora al concerto, è polemica: “I baci in bocca coi genitori no”
Senza categoria / Il giovane Montalbano: le anticipazioni (trama e cast) della seconda puntata (replica)