La favola avvelenata della Siria

Il regime e i suoi supporters fra ideologia e menzogna

Di Lorenzo Declich
Pubblicato il 10 Apr. 2013 alle 12:20
0
Immagine di copertina

Mentre emerge (vedi il video – ma attenzione, è un po’ forte – e leggi questo breve articolo da SiriaLibano) la prima prova documentale delle bugie che il regime di al-Asad diffonde tramite le sue agenzie di stampa (un viziaccio che aveva anche il padre, si parla di 40 anni di informazione censurata), un blogger italiano – purtoppo abbastanza “influente” in base alle classifiche di ebuzzing – definisce i quattro giornalisti sequestrati nel nord della Siria: “supporter dell’aggressione islamista alla Siria e della distruzione del governo socialista e panarabo di Damasco”.

Non c’è altro da aggiungere.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.