Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Scienza

Siberia, trovato un cucciolo congelato 18mila anni fa. Ma si tratta di un cane o di un lupo?

Immagine di copertina
Credit: Sergey Fedorov/The Siberian Times

Scienziati al lavoro per risolvere il mistero dell'esemplare di cucciolo, i cui resti sono rimasti imprigionati nel ghiaccio

Siberia, trovato un cucciolo congelato 18mila anni fa. Ma si tratta di un cane o di un lupo?

I resti di un cucciolo sono stati trovati in Siberia praticamente intatti dopo essersi conservati nel ghiaccio per 18mila anni. A compiere la stupefacente scoperta sono stati gli scienziati del Centro svedese di paleogenetica.

Gli scienziati russi hanno fornito campioni di antichi esemplari canini al Centro svedese di paleogenetica (CPG) per stabilire se si tratti un cucciolo di lupo – come inizialmente sospettato – o di un cane.

Studiando il dna dell’esemplare, tuttavia, gli scienziati non sono ancora riusciti a stabilire se si tratti di un lupo o di un cane dell’Era glaciale. L’ipotesi – affascinante – è che possa trattarsi dell’anello mancante della transizione evolutiva tra queste due specie.

Il cucciolo è un maschio di appena due mesi. È dotato di peculiari zanne a punta di freccia ed è stato trovato nell’estate 2018 in una massa di terreno ghiacciato vicino al fiume Indigirka, a nord-est della città più fredda del mondo, Yakutsk.

Credit: Sergey Fedorov/The Siberian Times

La causa della morte non è ancora stata stabilita dagli scienziati, ma si pensa che la giovane bestia non fosse in pericolo quando è morta durante il Paleolitico superiore.

Il cucciolo è stato chiamato “Dogor” – che significa “Amico” nella lingua locale di questa zona della Siberia. Tuttavia in inglese il nome esprime anche il dubbio se si tratti di un cane o di qualcos’altro.

Il dottor Sergey Fedorov, dell’Istituto di ecologia applicata del Nord, presso l’Università federale nord-orientale della Russia, ha dichiaratoThe Siberian Times che saranno condotte ulteriori analisi per risolvere il mistero di questo cucciolo di 18mila anni fa.

Australia, è morto il koala salvato dagli incendi
Ti potrebbe interessare
Scienza / Marte, rover Nasa trova molecole organiche: “Possibili tracce di vita”
Scienza / Settimana della Scienza ed European Researchers’ Night 2022: 450 eventi scientifici gratuiti
Scienza / Nasa, annullato ancora il lancio verso la Luna: il terzo tentativo sarà lunedì
Ti potrebbe interessare
Scienza / Marte, rover Nasa trova molecole organiche: “Possibili tracce di vita”
Scienza / Settimana della Scienza ed European Researchers’ Night 2022: 450 eventi scientifici gratuiti
Scienza / Nasa, annullato ancora il lancio verso la Luna: il terzo tentativo sarà lunedì
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Scienza / La nuova immagine del telescopio James Webb: ecco la galassia “Ruota di carro”
Cronaca / Covid, la pandemia è nata dal mercato di Wuhan: lo confermano due nuovi studi
Scienza / Così le nostre abitudini alimentari favoriscono la diffusione di pandemie
Scienza / Spazio, individuato un segnale da una galassia lontana: “batte come un cuore”
Scienza / Stasera la Superluna del cervo, la più grande dell'anno: quando e come vederla
Scienza / La Nasa mostra le immagini scattate dal telescopio Webb che svelano l'alba dell'universo