Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Apple ha presentato i suoi nuovi Mac Book di ultima generazione

Immagine di copertina

L'annuncio è stato dato in sordina: nessun evento di presentazione, nessun Keynote ma solamente il loro debutto sul sito ufficiale

Il 12 luglio 2018 Apple ha presentato i nuovi MacBook Pro. Si tratta di un aggiornamento della linea che prevede prestazioni superiori e nuove funzionalità.

L’annuncio è stato dato in sordina: nessun evento di presentazione, nessun Keynote ma solamente il loro debutto sul sito ufficiale.

Il nuovo MacBook Pro di Apple è pensato per i professionisti, rendendolo il notebook Mac più avanzato di sempre. I nuovi modelli MacBook Pro con Touch Bar sono dotati di processori Intel Core di ottava generazione, con 6 core sul modello da 15 pollici per prestazioni fino al 70 per cento più veloci e quad-core sul modello da 13 pollici per prestazioni fino a due volte più veloci.

C’è poi il supporto per un massimo di 32 GB di memoria, un display True Tone e una tastiera di terza generazione migliorata per una digitazione più silenziosa.

Sarà un notebook progettato per i professionisti, con la potente scheda grafica Radeon Pro, l’ampio trackpad Force Touch, la rivoluzionaria Touch Bar e il Touch ID, gli altoparlanti stereo dinamici, il silenzioso sistema di raffreddamento progettato da Apple e Thunderbolt 3 per il trasferimento dati, la ricarica e la connessione fino a due display 5K o quattro GPU esterne.

“Il MacBook Pro di ultima generazione è il notebook più veloce e potente che abbiamo mai realizzato”, le parole di Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple.

“Processori a 6 core di ottava generazione, fino a 32 GB di memoria di sistema, fino a 4 TB di storage SSD superveloce, la nuova tecnologia True Tone nel display Retina e nella Touch Bar, il chip T2 Apple per una maggiore sicurezza e una tastiera silenziosa di terza generazione sono ora racchiusi nel suo design sottile e leggero in alluminio che, unito a una batteria che dura tutto il giorno, lo rendono il miglior notebook per i professionisti”, ha aggiunto Schiller.

Per quanto riguarda i prezzi e le disponibilità, si parte, rispettivamente, da 2.099 euro e 2.899 euro, per i nuovi modelli MacBook Pro da 13 pollici con Touch Bar e MacBook Pro da 15 pollici con Touch Bar, che sono disponibili attraverso il sito apple.com.

Leggi anche: Perché la Apple sta intenzionalmente riducendo le prestazioni dei vecchi iPhone?

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto