Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Perché la Apple sta intenzionalmente riducendo le prestazioni dei vecchi iPhone?

Immagine di copertina
Credit: Jaap Arriens/NurPhoto)

La Apple sarebbe intervenuta sul clock dei processori per abbassare le richieste energetiche e ridurre la velocità degli iPhone con batterie vecchie

La Apple sta riducendo di proposito la velocità dei modelli di iPhone più vecchi. Come mai?

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

È questa la domanda che si sono fatti alcuni utenti di Reddit, una delle più affollate community di social news del mondo.

In molti considerano gli aggiornamenti di sistema una delle cause principali del progressivo rallentamento dei prodotti del colosso hi-tech di Cupertino.

Stando alle numerose segnalazioni comparse recentemente online, però, una buona parte delle responsabilità sarebbe da addebitare alle batterie.

Dopo una serie di analisi la conferma è arrivata anche da John Poole, il ceo di Geekbench.

Geekbench è uno strumento disponibile per diversi tipi di piattaforme che permette di calcolare in maniera corretta e precisa le prestazioni di un determinato dispositivo.

Il problema sarebbe diventato più evidente dal lancio dell’aggiornamento iOS 10.2.1 all’inizio del 2017.

Con questa versione del sistema operativo, introdotta per risolvere gli spegnimenti improvvisi di alcuni modelli di iPhone 6 e 6s, la Apple sarebbe intervenuta sul clock del processore, in modo tale da abbassare le richieste energetiche e, di conseguenza, ridurre la velocità dei telefonini con batterie vecchie o malfunzionanti.

Non ci sono conferme da parte di Apple ma, stando alle esperienze degli utenti e ai dati raccolti, il rallentamento del processore servirebbe a nascondere le carenze energetiche delle batterie.

Alcuni ritengono che questa “strategia” serva solo per preservare la batteria quando diventa troppo vecchia, non per ragioni di mercato.

È come se la velocità dello smartphone venisse sacrificata per prolungare la vita della batteria.

Una soluzione criticata dal ceo di Geekbench: “Questo aggiornamento porterà gli utenti a dire: ‘Il mio telefonino è diventato troppo lento quindi dovrei sostituirlo’, mentre in realtà dovrebbero pensare: ‘Il mio telefonino è diventato troppo lento quindi dovrei sostituire la sua batteria’”.

Gli utenti di Reddit che hanno segnalato il problema, infatti, hanno notato come le prestazioni dei loro cellulari Apple tornassero regolari dopo aver semplicemente sostituito la vecchia batteria con una nuova.

Le moderne batterie agli ioni di litio impiegate dalla Apple per i suoi smartphone sono progettate per durare almeno 500 cicli di carica/scarica, che si traducono in due anni di utilizzo medio del dispositivo.

Tuttavia, più è breve la durata di autonomia del cellulare, più un utente è costretto a ricaricarlo con frequenza.

Tutto questo porta la batteria a degradarsi più velocemente e a non riuscire più a fornire i livelli di energia necessari per far funzionare nel modo migliore il processore del cellulare.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto