Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

iPhone, l’applicazione più scaricata al mondo nel 2018 è la cinese Douyin

Immagine di copertina
L'applicazione per iPhone più scaricata nel 2018 è la cinese Douyin

L'applicazione permette di creare brevi video musicali a cui aggiungere adesivi 3D ed altri effetti per rendere unici i propri selfie

L’applicazione per iPhone più scaricata dall’inizio del 2018 è il social network cinese di musica e video Douyin.

Qui vi avevamo parlato dei nuovi iPhone 2018 prodotti dall’azienda Apple.

L’app è stata sviluppata a Pechino dall’azienda tecnologica Bytedance e ha raggiunto 45 milioni di download nel mondo nei primi tre mesi del 2018.

Douyin vuol dire “musica che scuote” in cinese, è conosciuta fuori dalla Cina con il nome di Tik Tok.

Lanciata a settembre del 2016, Douyin permette agli utenti di creare e condividere 15 secondi di selfie musicali con effetti che variano dal tremolio agli adesivi 3D.

Ecco uno dei video più popolari su Douyin:

L’idea alla base dell’app cinese è simile a quella di Musical.ly, l’app americana di social video comprata da Bytedance nel 2017.

Tik Tok e Musical.ly insieme hanno raggiunto i 100 milioni di utenti attivi ogni mese in tutto il mondo, secondo quanto riporta l’azienda Douyin.

Il 14 per cento degli utenti cinesi hanno scaricato l’applicazione Douyin sui loro cellulari, riferisce l’azienda di ricerca Jiguang.

Mettendo insieme i dati dell’Apple Store e di Google Play, Douyin risulta essere la sesta app più scaricata nel mondo nei primi 5 mesi del 2018, posizionandosi dopo WhatsApp, Messenger e Instagram.

Douyin è molto diffuso tra i millennials cinesi e l’app ha reso famosi in Cina alcune icone internazionali, come Peppa Pig.

Su Douyin, il famoso maialino britannico si è trasformato in un gangster con gli occhiali da sole, la catena d’oro e i tatuaggi.

I gestori dell’app sono dovuti intervenire e vietare agli utenti l’uso di Peppa Pig nei video.

L’autocensura di su Douyin fa seguito alle politiche messe in campo dal governo cinese per controllare le app più popolari nel paese.

Il servizio più famoso offerto dall’azienda Bytedance è l’aggregatore di notizie Toutiao.

Sviluppato sulla base dell’Intelligenza artificiale, l’app è stata oggetto di forte autocensura.

Bytedance sta infatti espandendo il suo “esercito di censori” per assicurarsi che i contenuti presenti sulle sue applicazioni siano in linea con i dettami del Partito comunista.

Intanto, il colosso dell’elettronica cinese Xiaomi ha annunciato che sta per sbarcare in Europa.

L’azienda potrebbe rivoluzionare il mercato degli smartphone, con la vendita di apparecchi a prezzi molto più bassi rispetto a quelli attualmente disponibili sul mercato.

I suoi smartphone non sono costosi come quelli di Apple e proprio per questo rappresentano una minaccia.

Xiaomi, oltre ai cellulari, produce una ampia gamma di applicazioni elettroniche.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto