Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Iliad vs Ho. Mobile: prezzi, copertura, roaming, quale conviene di più?

Immagine di copertina

Un confronto completo tra i due operatori economici che hanno debuttato in Italia mettendo sul piatto tantissimi gb per la navigazione, chiamate e sms gratuiti, quale scegliere?

Iliad vs Ho. mobile, qual è la migliore offerta dei nuovi operatori mobili virtuali, che puntano su tariffe davvero molto convenienti ed economiche?

Partendo dal presupposto che Iliad sta ancora attivando la propria rete proprietaria e che invece Ho. mobile si appoggia completamente alla casa madre Vodafone, è presto detto quale sia la migliore copertura in questo momento preciso.

Tuttavia cerchiamo di ragionare in prospettiva è in potenzialità andando a analizzare le due offerte, i pacchetti, la proposta per l’estero e verso l’estero.

Che cos’è IliadIliad è la nuova rete sussidiaria del brand francese Free Mobile che fa dell’economicità il suo punto forte. È andata ad occupare lo spazio libero lasciato dalla fusione tra Wind e Tre. Ed è proprio sulle reti dei due operatori che si appoggia attualmente in toto per la copertura iniziale.

Che cos’è Ho. mobileHo. mobile è il nuovo operatore mobile virtuale confezionato appositamente da Vodafone per controbattere a iliad stessa. Si appoggia completamente alle reti appunto di Vodafone e questo è il suo grande vantaggio visto che può offrire il 4G sul 98% del territorio che viene coperto per il 99% della fetta.

Iliad vs Ho. mobile, la velocità di navigazione in rete – Quali sono le velocità offerte dei due operatori? Iniziamo da quanto dichiara Iliad ossia 390 megabit al secondo in download 50 megabit al secondo in upload mentre ho mobile si ferma a 60 megabit al secondo in download e 52 megabit al secondo in upload.

Sulla carta, e in prospettiva, Iliad è più indicato per chi necessità di più velocità in download ad esempio per la fruizione di video e videogames oppure semplicemente per scaricare contenuti sempre più velocemente.

Ho. mobile si può dedicare meglio a chi ad esempio deve caricare più file sui servizi di cloud storage oppure banalmente video su YouTube, ma la differenza è minima con Iliad.

Iliad vs Ho. mobile, quanto costano le offerte – L’offerta di Iliad in promozione è di €5 99 per sempre con 30GB alla velocità massima del 4G+, minuti e sms illimitati. È in offerta disponibile per il primo milione di utenti ma è estato esteso per altri 200 mila visto che il limite è stato già raggiunto.

Non bisogna dimenticare i €9,99 di attivazione. Dopo il periodo promozionale salirà a 9,99 euro.

Ho. mobile costa €6.99 e offre 30GB in 4G (non plus), minuti e sms illimitati senza altri costi accessori. Il prezzo di €6.99 dovrebbe aumentare dopo il 31 luglio oppure diminuire le soglie.

Iliad vs Ho. mobile, il pacchetto per l’estero – Come si comportano gli operatori all’estero? In questo ambito si vedono le grandi differenze tra i carrier economici e quelli tradizionali, visto che entrambi mettono sul piatto la medesima offerta. Che è poco vantaggiosa rispetto a quella sul territorio italiano.

Per entrambi il traffico web sarà solo di 2GB altrimenti quali si pagheranno 0,0006 al megabyte. Minuti e chiamate rimangono intatti. Solo in Europa, naturalmente.

Iliad vs Ho. mobile, quanto costa chiamare l’estero dall’Italia – Terminiamo la nostra disamina con i costi per chiamare e mandare messaggi dall’Italia verso l’estero. In questo caso iliad vince a mani basse.

L’operatore francese, infatti, considera chiamate illimitate verso ben 62 paesi in tutto il mondo compresi Stati Uniti, Canada e Australia mentre per gli altri si spende 1,99 euro ogni minuto. Gli SMS sono gratuiti in Unione Europea e costano €0,28 nel resto del mondo.

Ho. mobile è un po’ più salato visto che le chiamate costano 49 centesimi di euro al minuto con scatto alla risposta 0,16 centesimi e scatti anticipati 60 secondi, mentre gli sms costano 49 centesimi. E fuori dall’Europa i costi lievitano.

Insomma, per chi cerca subito più copertura in 4G si può puntare su Ho.Mobile, ma sulla fiducia e sul lungo periodo Iliad è più conveniente, a patto di attivare la sim il prima possibile. Altrimenti, a 9,99 euro subirà la concorrenza degli operatori classici.

E già da ora Tim e la stessa Vodafone stanno offrendo pacchetti paragonabili, se non superiori, agli utenti per riportarli indietro. Insomma, la battaglia verso offerte sempre più economiche è più accesa che mai, a tutto vantaggio del consumatore.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto