Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Le donne che si masturbano hanno più probabilità di raggiungere l’orgasmo. Lo dice una ricerca

Immagine di copertina

Donne orgasmo | Orgasmo femminile | Masturbazione | Ricerca scientifica

DONNE ORGASMO MASTURBAZIONE – Le donne che si masturbano hanno più possibilità di raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale con il proprio partner. È uno dei risultati di una ricerca realizzata da un docente universitario. Come ha raccontato il quotidiano Libero, Emmanuele A. Jannini, endocrinologo, andrologo e professore ordinario di sessuologia medica al Dipartimento di Medicina dei Sistemi dell’Università di Roma Tor Vergata avrebbe messo a punto il primo strumento psicometrico che misura l’intensità dell’orgasmo femminile.

Donne orgasmo | Orgasmo femminile | Lo studio che lo mette in relazione con la masturbazione

L’esperto l’ha chiamato ‘orgasmometro’ e i risultati scientifici sono stati pubblicati su una prestigiosa rivista scientifica, Plos One. “La conoscenza di sé – ha spiegato Jannini – facilita l’orgasmo e ormai si parla di una vera e propria ginnastica orgasmica”. Nello studio sono state coinvolte 526 donne, di età compresa prevalentemente tra i 19 e i 35 anni.

Dalla ricerca sarebbe emerso che il coinvolgimento sentimentale non influisce sull’intensità dell’orgasmo: anche se 8 donne su 10 vivevano una relazione stabile il loro piacere non era superiore rispetto alle single, è stato riferito. Il 62,8 per cento si masturbava più di una volta alla settimana e, tanto più frequente era l’autoerotismo, tanto più alti erano i valori dell’intensità dell’orgasmo.

Questo dato ha molto sorpreso gli stessi ricercatori. “Sappiamo che perdere il controllo – ha detto Jannelli – è essenziale per il piacere femminile così come lo è conoscersi attraverso la masturbazione. Donne si nasce e si diventa”. “Avere la possibilità di nutrire fiducia nel partner, riconoscere i segnali del proprio corpo, abbandonarsi, capendo quando è il momento di perdere il controllo, sono ingredienti che permettono di avere un orgasmo intenso”.

Gli studi di Jannini hanno anche ricevuto delle critiche, come quella del medico sessuologo Vincenzo Puppo, il quale, come spiegato da TPI, considera il metodo della ricerca non scientifico. L’orgasmometro in realtà non misurerebbe niente e non avrebbe nessuna utilità scientifica: l’orgasmo vaginale non esiste.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Azienda americana promette di ripopolare la Siberia di mammut
Scienza / Rinoceronti volanti e orgasmi che sbloccano il naso: chi ha vinto gli Ig Nobel, i premi per gli studi più bizzarri
Scienza / I trapianti di organi crollati del 30% a causa della pandemia
Ti potrebbe interessare
Scienza / Azienda americana promette di ripopolare la Siberia di mammut
Scienza / Rinoceronti volanti e orgasmi che sbloccano il naso: chi ha vinto gli Ig Nobel, i premi per gli studi più bizzarri
Scienza / I trapianti di organi crollati del 30% a causa della pandemia
Scienza / L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di sviluppare gravi forme di malattie mentali: lo studio
Scienza / La crisi climatica rende fino a 9 volte più probabili le inondazioni che hanno devastato la Germania
Esteri / Tutto quello che (non) sappiamo sulla terza dose
Scienza / Risposte alla scienza vecchia della senatrice Cattaneo (di Piero Bevilacqua)
Scienza / Studio italiano scopre come il virus attacca tutto l'organismo
Scienza / Vaccini, lo studio su Pfizer e Moderna: “Ecco per quanto tempo proteggono dal Covid”
Scienza / Come reagisce il nostro cervello a smart working e didattica a distanza: lo studio