Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Quando Zaia mostrava con orgoglio i topi mangiati dai Veneti durante la fame della guerra mondiale

Cinesi mangiatori di topi vivi? Spunta una foto postata da Zaia sui roditori mangiati dai veneti negli anni di carestia

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 29 Feb. 2020 alle 19:45
25k

“Topi messi ad essiccare a Belluno durante “l’an de la fam”, l’anno della fame. Questa straordinaria immagine è esposta, insieme a moltissime altre, nella straordinaria mostra documentaria, iconografica e multimediale su Belluno durante la Prima guerra mondiale appena inaugurata a Palazzo Crepadona”. Così il governatore del Veneto Luca Zaia nel novembre 2018 in un post su Facebook. La stessa persona che giovedì 27 febbraio, aveva proprio detto “I cinesi non mangiano come noi e li abbiamo visti tutti mangiare topi vivi” intervenuto in una trasmissione locale per parlare dell’emergenza Coronavirus.

Una gaffe quella del presidente della regione Veneto che ha rischiato di trasformarsi in un incidente diplomatico con la Cina. Eppure anche i veneti durante la prima guerra mondiale per far fronte alla mancanza di viveri in ristrettezze estreme mangiavano topi. E Zaia nel post di due anni mostrava con orgoglio la foto di Pietro De Cian, condivisa con tanto di hashtag #VenetoDaAmare.

Leggi anche:

Zaia e i cinesi che mangiano topi vivi, il vero punto di non ritorno della politica (di Luca Telese)

Coronavirus, la gaffe di Zaia sui cinesi: “Li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi” | VIDEO

25k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.