Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Rai, Vigilanza boccia il doppio incarico a Foa: “La maggioranza si spacca”

Di Marta Facchini
Pubblicato il 19 Giu. 2019 alle 09:36 Aggiornato il 15 Set. 2019 alle 23:46
0
Immagine di copertina
Credi Ansa

vigilanza rai bocciatura doppio incarico foa – Netta la decisione della commissione di Vigilanza Rai: è incompatibile il doppio ruolo di Marcello Foa a presidente Rai e a presidente della controllata Rai Com. Ventuno voti favorevoli, e quattro contrari, hanno approvato la risoluzione presentata dal Movimento 5 Stelle. Insieme al gruppo pentastellato hanno votato il gruppo Pd e il rappresentante di LeU.

La risoluzione approvata impegna Foa a “lasciare immediatamente la presidenza di Rai Com” e “in ogni caso il Cda a rimuoverlo dal suddetto incarico”.

Massimiliamo Capitanio, il capogruppo della Lega, ha annunciato il ritiro dell’emendamento al testo proposto dal M5S, che eliminava in sostanza l’invito a rimuovere Foa dal doppio incarico. La scorsa settimana i pentastellati avevano deciso all’ultimo momento di non votarlo, proprio mentre gli alleati di governo davano il via libera con il Pd allo stanziamento per Radio Radicale, contro il quale si è sempre battuto il Movimento.

“Nessuna spaccatura politica e nessuna doppia lettura su questo voto in Vigilanza. Abbiamo con coerenza posto all’attenzione del Cda della Rai l’inopportunità e l’incompatibilità della doppia presidenza in capo a Marcello Foa di Rai e RaiCom. Speriamo ora che lo stesso Foa e il Cda prendano le dovute decisioni in merito”, ha dichiarato Gianluigi Paragone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione di Vigilanza Rai.

Loredana De Petris e Federico Fornaro, capigruppo di Leu al Senato e alla Camera, componenti della commissione parlamentare di Vigilanza Rai, hanno affermato: “con il voto della Commissione di Vigilanza contro il doppio incarico al Presidente Rai, Foa si è fatta chiarezza e si è messo un argine ad un crescente dualismo con l’amministratore delegato Salini. La legge prevede per il Presidente un ruolo di garanzia e non gestionale. Ci attendiamo che Foa si dimetta da Presidente di Rai Com evitando inutili e costose diatribe legali”.

Il senatore Pd Salvatore Margiotta, componente della vigilanza Rai, ha sottolineato: “il M5S ha avuto un primo sussulto di dignità e ha sfiduciato Foa. Dopo l’umiliazione a cui è stata sottoposta la commissione di Vigilanza la scorsa settimana, si è giunti finalmente all’unica soluzione possibile. È del tutto evidente che Foa non possa ricoprire anche il ruolo di presidente RaiCom. Adesso vedremo se le palesi tensioni interne alla maggioranza anche su questo dossier si scaricheranno sul difficile equilibrio di governo. Foa a questo punto si dimetterà rispettando il voto del Parlamento?” .

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.