L’Ungheria acquista un’area del porto di Trieste. Salvini: “Questi sono i porti aperti che ci piacciono”

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 7 Lug. 2019 alle 17:17 Aggiornato il 7 Lug. 2019 alle 17:22
2
Immagine di copertina

L’Ungheria acquista un’area del porto di Trieste. La soddisfazione di Salvini

Salvini news – L’Ungheria del premier sovranista Viktor Orban (qui il suo profilo), alleato di Matteo Salvini, ha acquistato un’area del porto di Trieste.

Chi è Viktor Orban, il premier ungherese amico di Salvini

L’accordo è stato siglato il 5 luglio nella sede della Regione Friuli-Venezia Giulia alla presenza, tra gli altri, del ministro dell’Interno Matteo Salvini, del ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjártó e del presidente della Regione Fvg Massimiliano Fedriga.

Grande soddisfazione è stata espressa dal leader della Lega Matteo Salvini, che, attraverso un post su Facebook ha commentato: “Noi apriamo i porti ai contributi di ricchezza e di sviluppo, questi sono i porti aperti che ci piacciono!”.

salvini news

Salvini news – L’accordo stipulato tra i due paesi prevede una concessione demaniale di 60 anni per l’acquisizione da parte di un’azienda pubblica ungherese di un’area, situata nella zona di Noghere, di 320 mila mq del Porto di Trieste e di una banchina della lunghezza di 300 metri.

La zona “ex Aquila” era di proprietà di due privati italiani, Teseco e Seastock.

L’investimento da parte dell’Ungheria ammonta a 100 milioni di euro e comprende acquisto, messa in sicurezza ambientale e sviluppo del progetto.

L’intenzione del governo ungherese è quella di migliorare le infrastrutture per poter aumentare le connessioni ferroviarie merci, che già oggi vedono 28 treni settimanali tra Trieste e Budapest, e aumentare così il fatturato, portandolo a circa due milioni di tonnellate di merci.

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.