Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Giachetti ha votato Sì al taglio dei parlamentari, ma ha detto che raccoglierà le firme per il referendum contro la riforma

Immagine di copertina

Giachetti ha votato Sì al taglio dei parlamentari, ma ha detto che raccoglierà le firme per il referendum

Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, ha votato sì alla riforma costituzionale per lealtà alla maggioranza di governo. Ma subito dopo ha aggiunto che raccoglierà le firme per chiedere il referendum, sperando che la riforma venga affossata.

“Non c’è dubbio alcuno che il nostro sistema vada riformato, lo si dice da decenni e lo si è tentato di fare, e più andiamo avanti e più il ritardo è colpevole. È il taglio dei parlamentari la risposta? È evidente che non lo è”, ha detto durante il suo intervento in aula prima del voto di martedì 8 ottobre.

“Lo sappiamo tutti che la risposta sarebbe il superamento del bicameralismo. Il bicameralismo è nato per impedire che un governo possa governare senza essere sempre essere minacciato. Sarebbe necessario il rafforzamento degli Enti locali, con una Camera ad hoc. Sarebbe molto importante riorganizzare le competenze regionali. E poi l’abolizione degli Enti inutili come il Cnel. Tutti lo sappiamo ma significherebbe ammettere che tre anni fa, il 4 dicembre 2016, abbiamo sbagliato. Ma per colpire una persona, Matteo Renzi, avete deciso di lasciare il Paese per anni nel pantano”. E con la legge proporzionale “aumenteranno i danni del taglio dei parlamentari”. “Perché si fa allora questa riforma? Perché bisogna lanciare uno scalpo ai peggiori istinti”, ha proseguito Giachetti.

Taglio dei parlamentari, cosa succede adesso: le prossime tappe della riforma costituzionale

Di Maio: “Erano 40 anni che si provava a fare questa riforma, nessuno c’era riuscito”

Quanto si risparmia con la riforma sul taglio dei parlamentari?

Taglio dei parlamentari, cosa prevede la riforma e cosa cambia

Tagliare i parlamentari non serve a niente. Anzi, peggiora le cose (L. Telese)

Ti potrebbe interessare
Politica / Chi è Roberto Gualtieri, il nuovo sindaco di Roma
Politica / Ballottaggio Torino, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Politica / Ballottaggio Roma, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Ti potrebbe interessare
Politica / Chi è Roberto Gualtieri, il nuovo sindaco di Roma
Politica / Ballottaggio Torino, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Politica / Ballottaggio Roma, gli exit poll: le proiezioni dei risultati delle comunali
Politica / Chi è Stefano Lo Russo, il nuovo sindaco di Torino
Politica / Berlusconi attacca i no vax: “Eroe è chi blocca un treno per Auschwitz, non un porto per il green pass”
Politica / Ballottaggi: il centrosinistra vince a Roma e Torino. Letta: "È un trionfo", Salvini minimizza. Il centrodestra conquista Trieste
Cronaca / Alla chiusura dei seggi ieri aveva votato solo il 33,32% degli aventi diritto
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso
Politica / Maurizio Landini a TPI: “La nostra piazza più forte di loro”