Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Salvini: “Razionamento in autunno se il prezzo del gas non cala. Riporterò la leva militare”

Immagine di copertina

Salvini: “Razionamento in autunno se il prezzo del gas non cala. Riporterò la leva militare”

“Il rischio di razionamenti in autunno c’è”. È l’avvertimento lanciato da Matteo Salvini, che ha annunciato possibili limitazioni ai consumi di gas se dovesse continuare la corsa dei prezzi, dopo i nuovi record raggiunti al mercato di riferimento di Amsterdam.

“Se il prezzo non scende il prossimo governo dovrà razionare luce e gas a partire dalle imprese”, ha detto oggi il segretario della Lega a Napoli. “Vorrei evitarlo”, ha aggiunto, “ma l’ha già detto Macron, e la Francia oltretutto ha decine di reattori nucleari operativi. Noi non ce li abbiamo, importiamo solo energia dall’estero, quindi se non si interviene il rischio di decidere chi si riscalda e chi no, chi accende la luce e chi no è assolutamente concreto”.

“La Lega chiede al governo Draghi che è in carica di fare in fretta”, ha poi continuato. “Noi chiedemmo mesi fa un investimento maggiore, uno scostamento di bilancio, ci dissero no. Adesso tutti si accorgono che settembre e ottobre rischiano di essere devastanti per le famiglie e per le imprese”.

Il leader leghista ha sottolineato che il voto del suo partito “è assicurato” se Draghi porterà “in consiglio dei ministri o in parlamento anche la prossima settimana un provvedimento da miliardi, da decine di miliardi per sostenere famiglie e imprese”.

Parlando a margine di un incontro nel capoluogo campano, l’ex ministro dell’Interno ha anche rinnovato l’impegno a reintrodurre la leva militare, per la durata di “un annetto”. “Si può fare perché la legge non ha annullato, ma ha solo sospeso il servizio civile e il servizio militare obbligatorio”, ha detto.

Il primo provvedimento sul lavoro del nuovo governo, ha aggiunto, sarà “l’azzeramento della legge Fornero”. Una misura che per Salvini “fa bene a Napoli ma fa bene a tutta Italia”. “Mandare in pensione chi lavora da 41 anni significa aprire spazi di lavoro ai giovani che altrimenti vivono di precariato a vita”.

Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Politica / Gas, Meloni: “La priorità è fermare la speculazione”. La Farnesina convoca l’ambasciatore russo
Politica / La madre di Giorgia Meloni contro Rula Jebreal: “Si vergogni di attaccare mia figlia usando la storia del padre”
Politica / Beppe Grillo condannato per diffamazione contro un’ex parlamentare del Pd
Politica / Meloni, prima uscita pubblica dopo il voto: “L’Italia deve tornare a difendere i suoi interessi”
Politica / Ecco l’Italia di Giorgia: viaggio tra i sostenitori di Meloni
Politica / Governo, Berlusconi: "Massima comunità d’intenti nel centrodestra". Lega, lo strappo di Bossi
Politica / Bertinotti a TPI: “Il Pd deve sciogliersi. La sinistra riparta dalle ceneri. O non sarà”