Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Salvini: “In Spagna il governo di sinistra respinge 5mila migranti. Chiedo a quello italiano di fare lo stesso”

Immagine di copertina
Matteo Salvini, leader della Lega. Credit: ANSA

Matteo Salvini alza il pressing sul governo sul tema dei migranti. Il leader della Lega esorta l’esecutivo – e in particolare il Viminale – a intraprendere la linea dura e prende a modello la Spagna, il cui governo – guidato dal socialista Pedro Sanchez – ha schierato l’esercito e respinto 5mila dei circa 8mila migranti arrivati nelle ultime ore sulle coste di Ceuta dal Marocco.

“Il governo spagnolo di sinistra in poche ore ha respinto in Marocco 5mila clandestini che erano entrati abusivamente sul suolo spagnolo. Se lo fa la Spagna con un governo di sinistra, mi domando perché non lo possiamo fare noi”, attacca Salvini parlando con alcuni giornalisti oggi, mercoledì 19 maggio.

“Chiedo al governo italiano di comportarsi esattamente come il governo di sinistra della Spagna. Non penso che lì il presidente del Consiglio verrà indagato per sequestro di persona“, punge il leader della Lega facendo chiaro riferimento al recente non luogo a procedere nei suoi confronti per la vicenda Gregoretti.

E ancora: “La Spagna (con un governo di sinistra) schiera l’Esercito ai confini per bloccare gli ingressi illegali. Aspettiamo notizie dal Viminale…”, insiste su Twitter Salvini.

Va peraltro ricordato che i respingimenti attuati dalla Spagna rientrano nell’ambito di un apposito accordo che Madrid ha stipulato con il Marocco (confinante via terra con l’enclave spagnola di Ceuta). L’Italia, invece, non ha ad oggi nessuna intesa analoga con il governo riconosciuto della Libia, paese di provenienza della stragrande maggioranza dei migranti che approdano sulle coste italiane. Nell’intero 2019, quando Salvini fu ministro dell’Interno per nove mesi, i rimpatri effettuati dall’Italia furono 6.298.

Sul tema migranti oggi è intervenuto anche il segretario del Pd, Enrico Letta. “Domattina parlerò della questione migratoria con il vicepresidente (della Commissione europea, ndr) Borrell”, ha annunciato il leader dem, secondo cui quello sull’immigrazione è un dossier che “obbliga a far fare un salto di qualità a quel piano che la Commissione ha presentato il 16 settembre scorso e che sta faticando ad andare avanti”.

“L’Europa è priva di strumenti oggi efficaci per far fronte a una situazione emergenziale”, ha sottolineato Letta. “L’Europa deve darsi questi strumenti e solamente il livello europeo può essere efficace, non bastano gli Stati membri e la storia lo dimostra”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice tra Biden e Draghi al G7: "Europeismo e atlantismo nostri pilastri
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice tra Biden e Draghi al G7: "Europeismo e atlantismo nostri pilastri
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Politica / Grillo incontra l'ambasciatore cinese in Italia. Atteso anche Conte, l'ex premier dà forfait
Opinioni / Benvenuti nell’era del populismo vaccinale: il Governo blocca (di nuovo) AstraZeneca ma non spiega perché
Opinioni / Se Poste Italiane si impossessa del titolo di prima del più importante quotidiano finanziario italiano
Politica / Nichi Vendola: “Torno in politica, l’esilio è finito”
Politica / Salvare le aziende di Berlusconi: ecco cosa c’è dietro la federazione tra Forza Italia e Salvini
Politica / Cristallo a TPI: "Ci chiamano tossici perché vogliamo la Cannabis legale. Salvini sbandierava i Mojito al mare"
Opinioni / Il paradosso di Confindustria (e di parte del governo): “C’è la ripresa quindi si può licenziare”