Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Salvini: “La flat tax è pronta, costerà 30 miliardi”

Immagine di copertina

SALVINI FLAT TAX – Dopo il successo alle Elezioni Europee Matteo Salvini ha indicato la flat tax tra le sue priorità da leader del primo partito italiano e socio della maggioranza  di governo. Il leader della Lega continua a ribadire di considerare l’abbassamento delle tasse e la riduzione delle aliquote una proposta non più rinviabile. A due giorni dal voto che ha portato il Carroccio al 34 per cento dei consenti vengono indicate anche le cifre dell’operazione.

Matteo Salvini | Flat tax | La proposta della Lega

“Trenta miliardi di euro, questa è la proposta documentata centesimo per centesimo che siamo pronti a portare in Consiglio dei ministri e in Parlamento studiata dagli economisti della Lega” per la “riduzione fiscale, la ‘tassa piatta’ sui redditi delle imprese e delle famiglie almeno fino a 50mila euro”, ha annunciato Salvini in diretta Facebook a metà giornata.

> Le principali informazioni sulla flat tax

Ma il ministro dell’Interno aveva parlato di tasse anche in un’intervista rilasciata in mattinata a Rtl 102.5. “Sicurezza e tasse: tutto il resto viene dopo”, sono state le parole del vicepremier alla radio. Salvini ha ricordato che il decreto sicurezza “è pronto, era pronto già scorsa settimana”. Quanto alle tasse, “al Paese – ha continuato – serve uno choc fiscale. Dobbiamo abbassare le tasse, non tutto a tutti, però l’obiettivo c’è nel contratto di governo, il 15%, serve una cura Trump, una cura Orban, uno choc fiscale positivo per far ripartire il Paese”.

> I risultati definitivi delle Elezioni Europee 2019

A Rtl 102.5 il segretario della Lega ha aggiunto che “la proposta di Flat Tax sui redditi di impresa e sulle famiglie almeno fino a 50mila euro di reddito – almeno in un primo tempo – ‘costa’ circa trenta miliardi che è meno della metà di quello che sarebbe l’aumento del debito quest’anno”. “Quindi – ha proseguito Salvini – è un investimento che io da imprenditore farei, chiedo agli alleati dei Cinque Stelle e al Presidente del Consiglio chiedo coraggio e visione per il futuro, non la piccola gestione quotidiana che i leader europei hanno chiesto ai popoli negli anni passati e comunque vada Lega e Cinque Stelle hanno ben più del 50% dei consensi”.

> Le ultime notizie sul governo

Ti potrebbe interessare
Politica / Gualtieri al TPI Fest: “Zingaretti mi chiese di candidarmi a Sindaco lo scorso autunno, ma all’epoca rifiutai”
Politica / Salvini dal Papeete: “Conte odia Draghi e Letta gli fa da palo”
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest!: "5s in giunta? Mai! A Roma la Raggi non è stata all'altezza"
Ti potrebbe interessare
Politica / Gualtieri al TPI Fest: “Zingaretti mi chiese di candidarmi a Sindaco lo scorso autunno, ma all’epoca rifiutai”
Politica / Salvini dal Papeete: “Conte odia Draghi e Letta gli fa da palo”
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest!: "5s in giunta? Mai! A Roma la Raggi non è stata all'altezza"
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest: “Con Franco il ministero dell’Economia in buone mani”
Politica / Conte e Di Maio negano, ma ieri hanno litigato sulla giustizia: "Dove vuoi arrivare Giuseppe?"
Politica / La tragicomica fuga del deputato di Fratelli d'Italia durante la bagarre alla Camera | VIDEO
Politica / Giustizia, tra i reati esclusi dall’improcedibilità manca il disastro ambientale. Europa Verde: “Rischio impunità”
Politica / Sulla giustizia Conte e i 5 Stelle si piegano a Draghi e dagli Usa applaudono Super Mario
Opinioni / La pericolosa deriva degli ultras di Draghi: “Se cade Mario, vogliamo i militari”
Politica / “Fascisti, vergognatevi”: Fratelli d’Italia occupa l’Aula contro il Green Pass, bagarre alla Camera