Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Hater posta a Natale foto di Salvini col cappio al collo. Il leader della Lega gli risponde sui social

Immagine di copertina
Matteo Salvini

Un hater di Matteo Salvini ha postato, la sera della Vigilia di Natale, una macabra foto del leader della Lega con un cappio al collo.

L’immagine è corredata da una didascalia che recita: “Lega stretto”. I commenti dell’utente a corredo del post sono anch’essi molto violenti: “I maiali si LEGAno per i piedi, la storia insegna”. E ancora: “Vergogna, Matteo Salvini me***”.

L’ex ministro dell’Interno ha deciso di diffondere il post sui suoi profili social e di commentarlo. Sul profilo Facebook di Salvini si vedono infatti l’utente in questione, l’immagine dell’ex vicepremier col cappio al collo e i pesanti insulti.

E il leader della Lega commenta così: “Stanotte pregherò anche per questo ragazzo in difficoltà!”, con un chiaro riferimento al Natale.

I commenti dei fan di Salvini, come è facile da immaginare, abbondano: c’è chi insulta a sua volta l’utente per il suo macabro post, chi esprime solidarietà all’ex vicepremier.

Resta un interrogativo, che spesso ci si pone in questi casi: è giusto mettere alla gogna una persona, sebbene quest’ultima si sia espressa in maniera violenta, sul profilo pubblico di un politico?

Come è noto, anche altri leader politici in passato hanno denunciato i pesanti attacchi ai loro danni sui social. È sbagliato ritenere che Facebook, Twitter e Instagram siano zone franche, in cui si può persino minacciare di morte qualcuno senza subire alcuna conseguenza.

Tuttavia, la gogna mediatica nei confronti di un cittadino è sempre molto pericolosa, specie se arriva da chi riveste cariche pubbliche di primissimo piano.

Di recente, si è discusso molto del post di una ragazza che, vicina di posto di Salvini in aereo, ha diffuso una foto in cui fa il dito medio al leader della Lega, che in quel momento stava dormendo nel sedile accanto a lei.

Salvini ha commentato l’immagine, e molti si sono chiesti se sia legittimo, pur a fronte di un gesto maleducato e condannabile, che un leader politico si ponga sullo stesso piano di una ventenne e utilizzi i social allo stesso modo.

Ti potrebbe interessare
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Ti potrebbe interessare
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”