Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Roger Waters: “Matteo Salvini? Grazie a Dio se n’è andato”

Immagine di copertina
Foto: Roger Waters e Matteo Salvini

Il cofondatore dei Pink Floyd alla Mostra del Cinema di Venezia: "Ci potrebbe essere una recrudescenza di neofascismo in Italia"

Roger Waters su Matteo Salvini: “Grazie a Dio se n’è andato”

“Matteo Salvini? Grazie a Dio se n’è andato”: è il commento espresso alla Mostra del Cinema di Venezia da Roger Waters, nel corso della conferenza stampa di presentazione del film ‘Us+Them’, ieri, venerdì 6 settembre. Il cofondatore dei Pink Floyd ha parlato delle sfide che riguardano il riscaldamento globale e la sostenibilità ambientale e nel suo intervento ha citato anche il leader della Lega che un mese fa ha rotto l’alleanza di governo con il M5S.

> Le ultime notizie di oggi sabato 7 settembre sul governo

“Confesso di sapere poco sulla nuova coalizione. So qualcosa su Salvini. Grazie a Dio se n’è andato. Almeno per un po’”, ha detto Rogers. “Ci potrebbe essere – ha poi proseguito il 76enne cantautore britannico – una recrudescenza di neofascismo in Italia, ora che sta risorgendo un po’ ovunque in Europa. Sappiamo di Boris Johnson nel Regno Unito, ma anche della Polonia e dell’Ungheria continuano a distruggere il nostro pianeta senza pensare ai bambini e alle generazioni che verranno. Se non ci mettiamo assieme e resistiamo alle nuove forze neofasciste e neoliberiste che stanno facendo collassare il nostro pianeta, non rimarrà niente per i nostri figli. Ecco cosa penso”.

‘Us+Them’, ‘Noi e loro’, come una sua canzone del 1973, è un film-concerto presentato fuori concorso a Venezia, nelle sale solo dal 7 al 9 ottobre. Il film è la riproposizione di una tappa del tour mondiale 2017-2018 di Waters, brani leggendari con i Pink Floyd e dal suo ultimo lavoro da solista, ‘Is This The Life We Really Want?’.

Ti potrebbe interessare
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Politica / Berlusconi strizza l’occhio al M5S: “Ha dato voce a disagio reale che merita rispetto”
Ti potrebbe interessare
Politica / Cop27 Egitto, Cingolani: “Pensando a Zaki e Regeni per me grosso problema partecipare “
Politica / Conte: “Mi candiderò a Politiche. Entrerò in Parlamento dalla porta principale”
Politica / Berlusconi strizza l’occhio al M5S: “Ha dato voce a disagio reale che merita rispetto”
Politica / I sindacati si spaccano: Cgil e Uil proclamano lo sciopero generale, la Cisl non aderisce
Opinioni / Il PD è davvero pronto a un bagno di sangue in nome di Giuseppe Conte? (di S. Mentana)
Politica / Calenda pronto a sfidare Conte nel collegio di Roma 1: “I 5 Stelle hanno devastato la Capitale”
Politica / Renzi: “Se il Pd candida Conte a Roma lo farà senza di noi. È un seggio parlamentare, non un banco a rotelle”
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro