Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Roger Waters: “Matteo Salvini? Grazie a Dio se n’è andato”

Il cofondatore dei Pink Floyd alla Mostra del Cinema di Venezia: "Ci potrebbe essere una recrudescenza di neofascismo in Italia"

Di Donato De Sena
Pubblicato il 7 Set. 2019 alle 15:27 Aggiornato il 7 Set. 2019 alle 15:27
0
Immagine di copertina
Foto: Roger Waters e Matteo Salvini

Roger Waters su Matteo Salvini: “Grazie a Dio se n’è andato”

“Matteo Salvini? Grazie a Dio se n’è andato”: è il commento espresso alla Mostra del Cinema di Venezia da Roger Waters, nel corso della conferenza stampa di presentazione del film ‘Us+Them’, ieri, venerdì 6 settembre. Il cofondatore dei Pink Floyd ha parlato delle sfide che riguardano il riscaldamento globale e la sostenibilità ambientale e nel suo intervento ha citato anche il leader della Lega che un mese fa ha rotto l’alleanza di governo con il M5S.

> Le ultime notizie di oggi sabato 7 settembre sul governo

“Confesso di sapere poco sulla nuova coalizione. So qualcosa su Salvini. Grazie a Dio se n’è andato. Almeno per un po’”, ha detto Rogers. “Ci potrebbe essere – ha poi proseguito il 76enne cantautore britannico – una recrudescenza di neofascismo in Italia, ora che sta risorgendo un po’ ovunque in Europa. Sappiamo di Boris Johnson nel Regno Unito, ma anche della Polonia e dell’Ungheria continuano a distruggere il nostro pianeta senza pensare ai bambini e alle generazioni che verranno. Se non ci mettiamo assieme e resistiamo alle nuove forze neofasciste e neoliberiste che stanno facendo collassare il nostro pianeta, non rimarrà niente per i nostri figli. Ecco cosa penso”.

‘Us+Them’, ‘Noi e loro’, come una sua canzone del 1973, è un film-concerto presentato fuori concorso a Venezia, nelle sale solo dal 7 al 9 ottobre. Il film è la riproposizione di una tappa del tour mondiale 2017-2018 di Waters, brani leggendari con i Pink Floyd e dal suo ultimo lavoro da solista, ‘Is This The Life We Really Want?’.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.