Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Stop al riscaldamento, monumenti spenti: il piano del governo per ridurre i consumi in tempi di crisi

Immagine di copertina

Con l’aumento del prezzo dei generi alimentari e la minaccia di uno stop alle importazioni di gas dalla Russia l’Italia si prepara al peggio: oggi Palazzo Chigi ha discusso un piano di emergenza nell’ambito del Nisp, una sorta di gabinetto di guerra coordinato dalla Presidenza del Consiglio, che ha il compito di monitorare la situazione della crisi insieme ai vertici dell’intelligence. Quanto emerso dal tavolo verrà discusso in sede di Consiglio dei Ministri.

Un primo ordine di problemi a cui porre rimedio riguarda gli approvvigionamenti di mangimi e sementi per gli animali, dei rottami di argilla e di acciaio e, più in generale, di tutto quello che arriva dalla Russia e dall’Ucraina e che passa dalla rotta Est-Oves. “Le scorte sono esaurite“, ha detto il ministro Giancarlo Giorgetti durante la riunione del Nisp ai ministri Franco e Cingolani, riporta Repubblica. La situazione è tale ipotizzare un blocco dell’export o, più realisticamente, di dirottare la vendita dei produttori italiani di materie prime verso le filiere interne, anche se il prezzo dovesse aumentare rispetto a quanto speso fino ad ora.

Dall’altro lato c’è il problema dell’energia: già dal 27 febbraio l’Italia è in stato di pre-allerta. Putin potrebbe interrompere le forniture già a partire dalla prossima settimana e potrebbe essere necessario, da un momento all’altro, ridurre i consumi.  Se il livello di crisi dovesse salire nei prossimi giorni, le prime a pagare sarebbero le pubbliche amministrazioni, a cui sarà chiesto di ridurre i consumi che non sono indispensabili. Come l’illuminazione dei palazzi pubblici, i monumenti minori, gli edifici non essenziali. E alcuni comuni, nelle prossime ore, potrebbero già iniziare ad abbassare la tensione della pubblica illuminazione.

Ma nei luoghi dove è necessario garantire un certo livello di sicurezza le strade continueranno ad essere illuminate. Per quanto riguarda i riscaldamenti, invece, bisognerà abbassarli di un grado e ridurre le ore di accensione. Ma le scorte dovrebbero durare almeno fino a maggio e, comunque, l’inverno è quasi alle spalle. Ieri Mario Draghi ha sottolineato che per ridurre la dipendenza dal gas si punterà sulle rinnovabili ma anche sul nucleare “pulito”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Ti potrebbe interessare
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Politica / Ddl Zan, i dem rilanciano la legge: “Disposti a modifiche, ma sull’identità di genere non si tratta”
Politica / Conte: “M5S sconfitto in Senato, registriamo che c’è una nuova maggioranza da FdI a Iv”
Politica / Stefania Craxi eletta presidente della Commissione Esteri del Senato al posto di Petrocelli
Politica / Matteo Renzi: “I magistrati hanno interrotto il cammino di crescita di Italia Viva”
Politica / Giornata contro l’omofobia, Mattarella: "Rispetto e uguaglianza sono principi non derogabili"
Politica / Berlusconi attacca Biden e la Nato: "Così Putin non tratta"
Politica / “Vergogna, venduto!”: Speranza contestato dai No Vax a La Spezia | VIDEO