Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

La strategia di Berlusconi per ottenere il Quirinale: Se vado al Colle, niente elezioni

Immagine di copertina

Quirinale, la strategia di Berlusconi: se vado al Colle, niente elezioni

Niente elezioni in caso di salita al Colle: è questa la strategia di Silvio Berlusconi per ottenere il Quirinale. Il Cavaliere, infatti, è convinto di riuscire a ottenere dal quarto scrutinio i 505 voti necessari per diventare il prossimo presidente della Repubblica.

Secondo quanto svelato da Il Corriere della Sera, l’ex premier in questi giorni è impegnato in decine di telefonate volta a raggranellare più voti possibili in vista della corsa al Colle.

Non solo, ad Arcore sarebbero convinti di avere già i voti necessari per la proclamazione: ai 414 grandi elettori di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, infatti, andrebbero ad aggiungersi un centinaio di voti tra centristi organici al centrodestra e deputati e senatori che non rispondono più a nessun gruppo.

A questi, è il ragionamento che si fa nell’entourage del Cavaliere, potrebbero aggiungersi i voti di Italia Viva: ecco che l’obiettivo di ottenere il Quirinale diventerebbe più concreto.

Ma la vera carta che l’ex presidente del Consiglio sta spendendo è una: far passare il messaggio che, se lui fosse eletto al Quirinale, la legislatura terminerebbe alla scadenza naturale, nel 2023, mentre se fosse Draghi ad andare al Colle, allora Forza Italia uscirebbe subito dal governo con il rischio di andare ad elezioni anticipate.

Questa strategia è volta a convincere tutti quei deputati e senatori che, avendo la certezza di non tornare più in Parlamento, temono le elezioni anticipate, motivo per cui sarebbero pronti a tutto pur di avere la garanzia di restare a Palazzo fino al 2023.

Fantapolitica? Chissà, intanto il Cavaliere a lavorare alla sua candidatura, dimostrando di credere veramente alla possibilità di conquistare il Quirinale.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Politica / Quirinale, Sgarbi: “Berlusconi è triste, l’operazione scoiattolo s’è fermata”
Politica / Salvini: “Penso che Draghi sarà premier anche nei prossimi mesi”
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra