Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Orfini al TPI Fest: “A Tor Bella Monaca Letta ha fatto una passerella”

Immagine di copertina
Il deputato del Pd Matteo Orfini e il segretario dem Enrico Letta. Credit: ANSA

“Le passerelle a Tor Bella Monaca ci sono. È venuto il segretario del mio partito per dare il via alla campagne elettorale per le primarie del centrosinistra a Roma: quella era una passerella. Ce ne sono tante, le fanno Salvini e Meloni di continuo”. Lo ha detto il deputato del Pd Matteo Orfini, intervenuto nella serata di oggi, martedì 22 giugno 2021, al TPI Fest, nel Teatro di Tor Bella Monaca, a Roma.

“Tor bella monaca è un simbolo, come lo è Scampia a Napoli. Sono quei luoghi che acquistano caratteristiche mitologiche. È chiaro però che questi sono luoghi che hanno bisogno di politica sempre. Il punto è capire come la politica e le istituzioni scelgano di lavorare continuamente in luoghi come questo”, ha sottolineato Orfini intervistato dal direttore di TPI Giulio Gambino.

“Ripartire dalle periferie non vuol dire che il politico del centro viene ogni tanto. Il Pd in questo territorio ha avviato un lavoro e lo sta continuando”, ha proseguito il parlamentare dem. “La fatica che la sinistra fa a stare nelle periferie più estreme è figlia delle strategie con cui ha governato. Una stagione in cui la sinistra ha immaginato questa città come se finisse nella prima cintura delle periferie storiche”.

“Il raccordo è diventato un luogo dove scaricare i problemi, non dove risolverli”, ha concluso Orfini. “Essendo Roma la piazza di spaccio più grande d’Europa è un mercato che crea welfare. Finché a quei ragazzi che vivono di questo non si dà alternativa non ne usciamo. Bisogna riprogettare le città investendo qui. Gualtieri deve alzare il livello del gioco e dare un’idea di cosa vuole che diventi questa città”.

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Veronica Lario: “Miliardaria? Il Tribunale mi ha tolto tutto. Io passata da velina ingrata”
Politica / Scontri a Pisa, Piantedosi: “Le cariche fatte per garantire l’incolumità degli agenti. Corteo violava la legge”
Politica / Schlein: “Meloni si può battere, ora vogliamo l’Abruzzo”
Ti potrebbe interessare
Politica / Veronica Lario: “Miliardaria? Il Tribunale mi ha tolto tutto. Io passata da velina ingrata”
Politica / Scontri a Pisa, Piantedosi: “Le cariche fatte per garantire l’incolumità degli agenti. Corteo violava la legge”
Politica / Schlein: “Meloni si può battere, ora vogliamo l’Abruzzo”
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Politica / Piantedosi: “Condivido richiamo Mattarella, anche sugli insulti. Scontri casi isolati”
Politica / Malumore in Forza Italia per le continue assenze di Marta Fascina
Politica / Sardegna, vince il centrosinistra. La neo-presidente Todde: "Alleanza M5S-Pd unica via". Meloni: "Impareremo dalla sconfitta". Salvini: "Il Governo è saldo"
Politica / Europee, Salvini continua a "corteggiare" Roberto Vannacci