Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Mascherine anche all’aperto, limiti ai party privati e divieto di ballo: le regole del nuovo Dpcm

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 6 Ott. 2020 alle 08:11 Aggiornato il 6 Ott. 2020 alle 09:00
77
Immagine di copertina

Coronavirus, il nuovo Dpcm per limitare la seconda ondata

Con l’arrivo della seconda ondata il governo lavora al Dpcm “ottobre”, che dovrebbe contenere le nuove misure per contenere il Coronavirus. Ieri il Comitato Tecnico Scientifico (Cts) ha consegnato all’esecutivo le indicazioni per fronteggiare i contagi, e come previsto la “regola aurea” sarà quella di indossare la mascherina in modo costante, anche all’aperto, oltre che di evitare ogni tipo di assembramento.

Mascherine anche all’aperto

Le uniche eccezioni all’obbligo di indossare la mascherina all’aperto sono rappresentate dalle situazioni in cui non si presenta il pericolo di incontrare altre persone, e cioè quando si guida un mezzo da soli, o si è isolati in un parco. Ma per tutte le altre circostanze sarà necessario portare la mascherina proprio come al chiuso, quando è impossibile mantenere il distanziamento, “negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari)”, come già previsto dall’ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza il 16 agosto, che però imponeva l’obbligo di mascherina a partire dalle 18.

Nuovo Dpcm: stop alla movida, limiti a feste private

Una delle raccomandazioni degli esperti è quella di evitare a tutti i costi la movida, considerata una situazione “di criticità”. Ma il concetto di pericolo è stato allargato anche alle occasioni di divertimento privato, e per questo saranno previste diverse limitazioni anche per le feste in casa o le cerimonie, sia per quanto riguarda il numero di partecipanti – il numero massimo di presenze consentito dovrebbe essere 200 – che per il divieto di ballare.

Bar e ristoranti

L’esecutivo ha assicurato che non sono previste chiusure degli esercizi commerciali, tantomeno di bari a ristoranti, per cui per il momento non saranno fissati orari speciali. Spetterà alle Regioni decidere se comportarsi diversamente, come già accaduto nel caso della Campania, dove il governatore Vincenzo De Luca ha fissato la chiusura dei locali alle 23.

Nuovo Dpcm: controlli e sanzioni

Con il ritorno alla normalità, le scuole e i negozi aperti, il ruolo della polizia locale sarà rafforzato rispetto al periodo di lockdown, affinché ci sia maggior controllo sulle regole. Ma secondo la nuova circolare del ministero dell’Interno anche l’esercito dovrà occuparsi di assicurare il rispetto delle norme di contenimento del virus, con sanzioni che vanno dai 550 ai 3.000 euro per chi non indossa la mascherina (o per chi la indossa in modo scorretto) e per i locali che non fanno rispettare il distanziamento.

II governo dovrebbe approvare il nuovo Dpcm tra oggi e domani: nella norma il presidente del Consiglio indicherà tutti i criteri per il rinnovo dello stesso, che potrà essere revisionato se la curva dei positivi continuerà a crescere.

Leggi anche: All’ospedale Cotugno di Napoli esauriti i posti Covid, il direttore a TPI: “Più preoccupato ora che a marzo”; // 2. Dove ci sono state le elezioni regionali ci sono più contagi: è un caso?; // 3. Casellati dice che sullo stato d’emergenza Covid qualcuno nasconde la verità. Ma allora faccia i nomi; // 4. Covid: no, non è vero che ricomincia la conferenza stampa quotidiana per il bollettino della Protezione Civile

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

77
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.