Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

I ministri M5s “occupano” i banchi del governo per non far sedere i colleghi leghisti

Immagine di copertina
La protesta dei ministri del Movimento 5 Stelle

La protesta prima del discorso del premier Conte a Palazzo Madama

Ministri M5s occupano banchi governo

Arriva al Senato la protesta dei ministri del Movimento 5 stelle contro i colleghi leghisti. A dieci minuti dall’inizio delle comunicazioni del presidente del Coniglio Giuseppe Conte al Senato i membri del governo del M5S hanno occupato tutti i posti ai banchi del governo nell’Aula di Palazzo Madama, lasciando libera solo la sedia del premier. L’intento è chiaro: non far accomodare ai banchi del governo nessuno dei ministri della Lega, i quali appaiono spaesati e non sanno dove sedersi.

Qui tutte le notizie sulla crisi di governo in diretta

Quando Matteo Salvini è entrato nell’Aula del Senato e si è avviato, tra gli applausi dei senatori leghisti, al banco del governo, il ministro Alberto Bonisoli si è alzato e gli ha lasciato il posto. Ma il vicepremier è rimasto in piedi. Alle sue spalle, in piedi tutti gli altri ministri della Lega, appoggiati alla balaustra sotto la presidenza del Senato. È rimasto seduto solo Lorenzo Fontana. Tra i due vicepremier Salvini e Di Maio neanche l’incrocio di uno sguardo.

Anche all’interno dell’Aula del Senato quindi arrivano le proteste così come sta accadendo fuori da Palazzo Madama. Urla, slogan e pure qualche offesa reciproca tra due capannelli organizzati di fan, uno più sparuto dei leghisti, un altro parecchio più ampio dei Cinque Stelle, fuori l’ingresso principale di Palazzo Madama. A dividere i due gruppi diverse camionette della Polizia.

Ti potrebbe interessare
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte
Ti potrebbe interessare
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte
Politica / Roma, il candidato sindaco Roberto Gualtieri suona "Estate" in una jam session con tre musicisti
Politica / Candidata di Forza Italia al municipio e segretaria del ministro Franco al Mef: la doppia carica di Serena Piccardi
Politica / Il Governo ora vuole limitare l’aumento delle bollette: le misure allo studio
Politica / Il governo frena sull’obbligo vaccinale: Draghi non vuole rompere con Salvini per non perdere il Quirinale
Politica / Il social media manager di Taffo scende in campo per Roma: “Le nostre idee per migliorare la città”
Politica / Se non ci fosse Michetti bisognerebbe inventarlo
Politica / Cingolani: “Nel prossimo trimestre le bollette aumenteranno del 40%”