Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Governo M5s-Lega: quali ministeri ha eliminato, e quali ha introdotto

Immagine di copertina
Credit: AFP PHOTO / Tiziana FABI

Abbiamo comparato i nuovi ministeri con quelli della XVII Legislatura del governo Gentiloni. Ecco le principali differenze

Dopo giorni di forte incertezza, culminati domenica 27 maggio con il veto di Mattarella a Paolo Savona, proposto come ministro dell’Economia, giovedì 30 maggio Giuseppe Conte (qui il suo profilo), convocato alle ore 21 al Quirinale, ha accettato senza riserva l’incarico di formare il governo e ha presentato la lista dei ministri.

Abbiamo comparato i nuovi ministeri con quelli della XVII Legislatura del governo Gentiloni.

Compaiono tre nuovi ministeri: quello dei Rapporti con Il Parlamento, che in realtà già esisteva ma che ora acquista anche la “democrazia diretta”, il Ministero per la disabilità e il Ministero per gli Affari Europei.

Il primo è un dicastero fondamentale per il Movimento Cinque Stelle, sia in chiave taglio dei costi della politica, sia, appunto, per l’elaborazione di nuove forme di democrazia diretta. Il ministro scelto è Riccardo Fraccaro, Deputato Cinquestelle e questore della Camera dei deputati.

Il secondo è il Ministero della Famiglia e per la Disabilità, affidato a Lorenzo Fontana, 38 anni. Leghista di lungo corso, iscritto al Carroccio da quando ha la maggiore età.

Il terzo ministero è quello degli Affari Esteri, affidato al tanto discusso Paola Savona, uomo chiave per la realizzazione del governo.

Sparisce invece il Ministero per lo Sport che era affidato a Luca Lotti. I ministeri dello Sviluppo Economico e Lavoro e Politiche sociali sono stati accorpati.

Coesione Territoriale e Mezzogiorno è diventato Ministero per il Sud.

Ecco cosa tutto quello che è cambiato:

Governo Movimento Cinque Stelle – Lega

Ministri senza Portafoglio

Nuovo: Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta – Ministro: Riccardo Fraccaro

Pubblica Amministrazione –Ministro: Giulia Bongiorno

Affari Regionali e Autonomie –Ministro: Enrika Stefani

Ministero per il Sud –Ministro: Senatrice Barbara Lezzi

Nuovo: Ministero per la Disabilità –Ministro: Lorenzo Fontana

Nuovo: Ministro per gli Affari Europei –Ministro: Paolo Savona

Ministri con Portafoglio

Accorpato: Ministero dello Sviluppo economico, del Lavoro e delle politiche sociali –Ministro: Luigi Di Maio

Ministero dell’Interno –Ministro: Matteo Salvini

Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale – Ministro: Moavero Milanesi

Ministero della Giustizia – Ministro: Alfonso Bonafede

Ministero della Difesa – Ministro: Elisabetta Trenta

Ministero dell’Economia e delle Finanze –Ministro: Giovanni Tria

Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali –Ministro: Gianmarco Centinaio

Ministero Infrastrutture e Trasporti –Ministro: Danilo Toninelli

Ministero dell’Ambiente – Ministro: Sergio Costa

Ministero dell’Istruzione –Ministro: Marco Bussetti

Ministero dei Beni Culturali e Turismo –Ministro: Alberto Bonisoldi

Ministero della Salute –Ministro: Giulia Grillo

E poi sottosegretario alla presidenza del Consiglio –Ministro: Giancarlo Giorgetti

Governo Gentiloni

Ministri senza portafoglio

Rapporti con il Parlamento – Ministro: Anna Finocchiaro

Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione – Ministro: Marianna Madia

Ministero degli Affari regionali – Ministro: Gentiloni

Coesione Territoriale e Mezzogiorno – Ministro: Claudio De Vincenti

Cancellato: Sport – Ministro: Luca Lotti

Ministri con portafoglio

Affari Esteri e Cooperazione internazionale – Ministro: Angelino Alfano

Ministro dell’Interno – Ministro: Marco Minniti

Giustizia – Ministro: Andrea Orlando

Sottosegretari: Federica Chiavaroli, Cosimo Maria Ferri, Gennaro Migliore

Difesa – Ministro: Roberta Pinotti

Economia e Finanze – Ministro: Pier Carlo Padoan

Sviluppo Economico – Ministro: Carlo Calenda 

Lavoro e Politiche sociali – Ministro: Giuliano Poletti

Politiche agricole alimentari e forestali – Ministro: Paolo Gentiloni, interim

Ambiente, tutela del territorio e del mare – Ministro: Gian Luca Galletti

Infrastrutture e trasporti – Ministro: Graziano Delrio

Istruzione, Università e ricerca – Ministro: Valeria Fedeli

Beni e attività culturali e turismo – Ministro: Dario Franceschini

Salute – Ministro: Beatrice Lorenzin

Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: "Dopo Mattarella, la Casellati è il massimo che la Repubblica può esprimere"
Politica / Berlusconi scende in campo per la Casellati: “Votiamo lei. Adeguata per ruolo di Presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Renzi: “Non escludo Mattarella bis”
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: "Dopo Mattarella, la Casellati è il massimo che la Repubblica può esprimere"
Politica / Berlusconi scende in campo per la Casellati: “Votiamo lei. Adeguata per ruolo di Presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Renzi: “Non escludo Mattarella bis”
Politica / Quirinale, il centrodestra oggi vota un nome: rispuntano Casellati e Nordio
Politica / Elezione presidente della Repubblica 2022: da oggi 2 votazioni al giorno. Centrodestra voterà Casellati. Letta-Conte-Speranza disertano incontro con Salvini | DIRETTA LIVE
Politica / Emergenza Italia, dalla pandemia al Pnrr: il nuovo Capo dello Stato avrà il compito di tenere unito il Paese
Politica / “Draghi al Colle? Sarebbe una forzatura istituzionale, ecco perché”: parola di costituzionalista
Politica / I gesti di Mattarella: due illustrazioni per celebrare il settennato del Presidente
Politica / Così Draghi “il migliore” ha gettato il Paese nel caos tentando di “scappare” al Quirinale
Politica / Chi è Nino Di Matteo, il più votato al quarto scrutinio dopo Sergio Mattarella