Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte

Immagine di copertina
Giuseppe Conte. Credit: ANSA/MATTEO CORNER

I soliti bene informati sono pronti a scommettere che per il comitato di garanzia M5s, i nomi a entrare saranno quelli di Roberto Fico, Luigi Di Maio e Virginia Raggi. Gli iscritti voteranno domani, i nomi dei fortunati si sapranno in tarda serata e in lizza, pronti a vigilare sulla corretta applicazione del nuovo statuto e sull’operato del presidente Giuseppe Conte sono in sei, indicati da Beppe Grillo: oltre al Presidente della Camera, al Ministro degli Esteri e alla Sindaca di Roma, c’è la deputata Carla Ruocco, l’Europarlamentare Tiziana Beghin e il consigliere umbro Andrea Liberati. Ma giovedì prossimo ci sarà anche un’altra votazione, quella per decidere a chi devolvere le restituzioni dei parlamentari. A 48 ore dal voto però non c’è ancora alcun dettaglio in merito. Pare infatti che i parlamentari non riescano a mettersi d’accordo.

Conte, ad esempio, aveva dichiarato che avrebbe voluto devolvere questi fondi agli afgani. Ci sarà questa opzione nel voto di giovedì o il neo presidente verrà smentito? Altra tegola: il fondo racchiude anche le restituzioni dei parlamentari espulsi che in diverse occasioni hanno diffidato il Movimento 5 Stelle a procedere alla votazione e a non usare questi fondi per altri motivi. Per diversi mesi, a causa dei mancati versamenti dei parlamentari, si ventilava la possibilità di utilizzare questi soldi per la struttura di Conte che richiederebbe milioni di budget a fronte invece del milione e 300 mila euro usato durante la gestione Rousseau per un’infrastruttura totalmente digitale. Per questo motivo infatti è stato chiesto ai parlamentari e regionali di versare più del triplo dei soldi ossia mille euro al posto dei 300 euro versati a Rousseau, ma con scarsi risultati tanto da prevedere la presenza di Conte solo nelle regioni nelle quali i parlamentari fossero stati in regola. Infine la domanda delle domande: che fine hanno fatto i fondi delle restituzioni delle recenti votazioni? Sono stati devoluti? Se sì a chi? Prima di votare i grillini vorrebbero risposte. Anche perché “in passato la piattaforma Tirendiconto consentiva di avere un quadro completo di come venivano spesi questi fondi mentre ora non è più così”.

Ti potrebbe interessare
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Ti potrebbe interessare
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / Roma, il candidato sindaco Roberto Gualtieri suona "Estate" in una jam session con tre musicisti
Politica / Candidata di Forza Italia al municipio e segretaria del ministro Franco al Mef: la doppia carica di Serena Piccardi
Politica / Il Governo ora vuole limitare l’aumento delle bollette: le misure allo studio
Politica / Il governo frena sull’obbligo vaccinale: Draghi non vuole rompere con Salvini per non perdere il Quirinale
Politica / Il social media manager di Taffo scende in campo per Roma: “Le nostre idee per migliorare la città”
Politica / Se non ci fosse Michetti bisognerebbe inventarlo