Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Lettera a TPI: “Alessandro, preparati”

Immagine di copertina

Lettera di un lettore di TPI alla redazione:

Noi che avevamo trovato nel Movimento Cinque Stelle le ragioni per tornare a votare, a sognare, a protestare pacificamente, senza bottiglie molotov ma semplicemente attraverso una croce sulla scheda elettorale per ottenere quello che non avevamo mai ottenuto, una presenza in Parlamento che non aveva niente a che fare con il marcio a cui eravamo abituati.

Ma le regole e i principi sono una cosa, gli esseri umani un’altra. Quei ragazzi in Parlamento hanno dimenticato le regole e i principi per i quali noi li abbiamo messi lì.

Le ragioni sono tante ma è inutile girarci attorno. Siamo arrivati al capolinea. La prima fermata, l’abbraccio mortale con Salvini, la seconda con Renzi, la terza con Draghi, Salvini, Renzi e Berlusconi ed oggi la resa dei conti definitiva.

Davanti all’alternativa di rimanere o uscire dal governo si stanno giocando gli ultimi scampoli di consenso ma, nel caso decidessero di ratificare la distruzione della legge Bonafede, la strada per l’inferno gliela indicherà colui che avrà negoziato per loro questa mascalzonata.

Non so che fine farà Conte, è un uomo perbene ma non è mai stato un Cinque Stelle, nessuno nella sua posizione sociale lo è mai stato, non so cos’abbia in testa ma la sua strada la troverà.

Alessandro, preparati a raccogliere coloro che sono riusciti a mantenere uno straccio di dignità e coerenza, preparati a organizzare qualcosa con chi è ancora in grado di riconoscersi in quelle regole e anche se sono pochi, ricordati che noi saremo tanti, molti di più di quanto tu possa immaginare.

Maurizio Contigiani

Ti potrebbe interessare
Politica / La lista della Lega esclusa dalle comunali a Napoli: il Consiglio di Stato conferma la decisione
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Ti potrebbe interessare
Politica / La lista della Lega esclusa dalle comunali a Napoli: il Consiglio di Stato conferma la decisione
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte
Politica / Roma, il candidato sindaco Roberto Gualtieri suona "Estate" in una jam session con tre musicisti
Politica / Candidata di Forza Italia al municipio e segretaria del ministro Franco al Mef: la doppia carica di Serena Piccardi
Politica / Il Governo ora vuole limitare l’aumento delle bollette: le misure allo studio
Politica / Il governo frena sull’obbligo vaccinale: Draghi non vuole rompere con Salvini per non perdere il Quirinale