Lula sostiene il candidato dem Gualtieri alle elezioni europee

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 22 Mag. 2019 alle 16:50 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:02
0
Immagine di copertina

L’ex presidente del Brasile Ignacio Lula da Silva ha inviato una lettera di sostegno ad uno dei candidati italiani alle elezioni europee del 26 maggio, Roberto Gualtieri (PD).

Elezioni europee 2019: notizie in tempo reale e informazioni su date e modalità di voto

“La costruzione dell’Unione europea, con un’Europa in pace, che promuova prosperità, sviluppo e inclusione sociale dopo secoli di guerra, è più di un’aspirazione degli europei: è patrimonio dell’umanità”, si legge nella lettera di Lula.

“Il fatto che popoli diversi possano convivere e lavorare insieme è una vera lezione. Per questo io faccio il tifo per il successo del progetto europeo nelle prossime elezioni, con i democratici che facciano da sbarramento all’intolleranza dell’estrema destra. E spero che nelle elezioni di questa settimana in Italia il mio amico Roberto Gualtieri sua eletto ancora una volta eurodeputato”.

“Gualtieri ha sostenuto le lotte sociali, democratiche e ambientali in Europa e anche in Brasile, dove vivono migliaia di italiani e milioni di discendenti di italiani. Un’Europa democratica e moderna, con più occupazione, sviluppo e integrazione, è molto importante per la costruzione di un mondo con meno povertà e meno guerra, più solidarietà e meno intolleranza, più speranza e meno odio”.

La lettera: 

“Il Brasile è caduto nel fascismo”: intervista di TPI al sociologo Domenico De Masi

Il candidato della circoscrizione Centro del Partito democratico ha ricevuto un endorsement poco comune e che arriva direttamente del Brasile.

Elezioni europee: tutti i candidati del Partito democratico, circoscrizione per circoscrizione

Lula da Silva –

L’ex presidente del Brasile è stato condannato a 12 anni e un mese di carcere per corruzione passiva e riciclaggio.

Secondo la magistratura brasiliana Lula era il capo supremo del vasto e istituzionalizzato sistema di corruzione dietro la compagnia petrolifera statale Petrobras.

Lula, presidente del paese latinoamericano dal 2003 al 2011, si è sempre difeso accusando i giudici di persecuzione “politica”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.