Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Lamberto Giannini è il nuovo capo della Polizia

Immagine di copertina
Lamberto Giannini. Credit: ANSA

Lamberto Giannini è il nuovo capo della Polizia

Il Consiglio dei ministri ha nominato Lamberto Giannini nuovo capo della Polizia di Stato. Giannini, 57 anni, romano, prende il posto di Franco Gabrielli, a cui il premier Mario Draghi ha da poco affidato la carica di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti.

La nomina è stata deliberata nella riunione del Cdm di oggi, giovedì 4 marzo 2021. In una nota la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, spiega che il Viminale ha proposto il nome di Giannini “in virtù di un curriculum di eccellenza e di un apprezzamento sulle qualità personali e professionali condiviso a tutti i livelli istituzionali, che la rendono ancor di più solida garanzia per cittadini e forze di polizia”.

Congratulazioni al nuovo capo della Polizia sono giunte da più parti. “È una persona che conosciamo bene e che conosce i problemi delle lavoratrici e dei lavoratori della Polizia , ci auguriamo di lavorare al più presto con lui per il miglioramento delle nostre condizioni di vita e di lavoro”, scrive in una nota Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp Cgil.

Chi è Lamberto Giannini: biografia e curriculum

Lamberto Gianni è nato a Roma il 29 gennaio 1964. Laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, è in Polizia dal 1989.

Ha prestato servizio come vice-commissario nelle Questure di Torino e Roma. Nel 2004 è nominato direttore della Digos di Roma. Nel 2013 viene promosso dirigente superiore di Polizia di Stato e assume l’incarico di direttore del Servizio Centrale Antiterrorismo.

Nel 2017 diventa dirigente generale di Pubblica sicurezza ed è nominato alla guida della Direzione centrale della polizia di prevenzione e del Comitato di analisi strategica dell’Antiterrorismo.

Dal 2019 è prefetto. Nel 2020 la ministra Lamorgese lo nomina Capo della Segreteria del Dipartimento della pubblica sicurezza del ministero dell’Interno.

Leggi anche: Questori “spezzabraccia”, condannati per il G8: Polizia, le vergognose nomine di Lamorgese e Gabrielli

Ti potrebbe interessare
Politica / Calenda: “Conte e Salvini si somigliano. Nuovo Papeete prima dell’estate”
Politica / Di Battista contro il mancato strappo del M5S: “E anche oggi il Movimento 5 Stelle esce dal governo domani”
Politica / Gelo nel Pd dopo il tentato strappo M5S: “Non si sta così al governo”. Conte: “Le alleanze non sono un dato acquisito”
Ti potrebbe interessare
Politica / Calenda: “Conte e Salvini si somigliano. Nuovo Papeete prima dell’estate”
Politica / Di Battista contro il mancato strappo del M5S: “E anche oggi il Movimento 5 Stelle esce dal governo domani”
Politica / Gelo nel Pd dopo il tentato strappo M5S: “Non si sta così al governo”. Conte: “Le alleanze non sono un dato acquisito”
Politica / Di Maio vede Sala per parlare di un nuovo progetto politico
Politica / M5S, Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo nel governo ma serve discontinuità”
Politica / Cannabis, parlamentari della Lega a Salvini: “Pronti a barricate in Aula”
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”