Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:22
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

La Russa sui No-vax: “Utili a chi vuole danneggiare la destra”

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

Potevano essere fermati prima ma qualcuno ha voluto sfruttarli per danneggiare la destra. Questa è la tesi sulle violenze No vax di sabato scorso sostenuta dal senatore di Fratelli d’Italia Ignazio La Russa in un’intervista al Corriere della Sera.

Al corteo No green pass e No vax, ammette La Russa, c’erano anche “gruppi neo-fascisti”, ma “in mezzo a tanti che volevano solo manifestare, ho visto – aggiunge il senatore- anche gli stessi che due settimane fa avevano disturbato il comizio della Meloni a Milano, cercando l’incidente. Gente che si muoveva senza controllo o divieti, che ha gridato slogan contro di noi ed è stata lasciata entrare in piazza Duomo nonostante Giorgia avesse avvertito Lamorgese del rischio”. E poi l’accusa: “È stata la conferma che non si vuole davvero impedire che certe manifestazioni trascendano… Come se ci fosse la precisa volontà di lasciarli fare per poi gridare “al lupo!”. Tra chi ha attaccato la Cgil c’era gente che aveva divieto di partecipare a manifestazioni: perché non li hanno fermati?”, chiede il numero due di FdI.

Sulla possibilità di una mozione parlamentare avanzata dal Partito democratico per sciogliere Forza Nuova, La Russa è scettico: “È una mozione strumentale. Non è il Parlamento che deve decidere sull’eventuale scioglimento di un partito, decisione estrema, ma il governo. E non l’ha fatto finora, né questo né quelli precedenti: come mai? Delle due l’una: non avevano le motivazioni per scioglierli o hanno preferito tenerli lì, magari come strumenti utili per la strategia della tensione?».

Nell’intervista a Corriere della Sera il senatore ribadisce che con Forza Nuova il suo partito non ha nulla a che fare e ritiene che più che sciogliere questa forza politica sarebbe meglio colpire i singoli.

Ti potrebbe interessare
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.
Ti potrebbe interessare
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.
Politica / Caso Open, Renzi chiede l’immunità parlamentare: deciderà giunta del Senato
Politica / Caso Regeni, Fico: “Egitto non ha collaborato, grave ferita nei rapporti con l’Italia”
Politica / Berlusconi: “Voto anticipato? Sarebbe da irresponsabili interrompere Governo. A Forza Italia decido io”
Politica / Dini scrocca il Financial Times al Senato? Il quotidiano britannico gli regala l’abbonamento gratis
Politica / Matteo Ricci a TPI: “Sono il primo giallorosso d’Italia”
Politica / L’audio di Salvini scuote il centrodestra: “Da Fratelli d’Italia troppe rotture di coglioni”
Politica / Berlusconi vuole un uomo solo alla guida del centrodestra: tre i nomi riservati