Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

La politica è ormai latitante sulla mafia

Immagine di copertina
Credit: Contrasto

Mentre si moltiplicano le inchieste da Nord a Sud, in Italia è in atto un’operazione di normalizzazione. L'articolo di Giulio Cavalli sul nuovo numero di TPI, in edicola da venerdì 26 novembre

L’ultimo alito di un vero dibattito a livello nazionale è stata la penosa diatriba sulla mafia che in Lombardia non esisteva secondo alcuni importanti esponenti del centrodestra. Era novembre del 2010. Se vi sforzate a cercare l’ultima volta che avete sentito parlare di mafie tutti ma proprio tutti i media, i politici, le copertine, i telegiornali, la gente al bar, i colleghi in ufficio bisogna tornare indietro di 11 anni. Poi, chissà perché, l’argomento si è involuto da emergenza a fisiologico danno, i partiti hanno svogliatamente inserito la lotta alla criminalità organizzata nei loro opuscoli elettorali più per non farne notare l’assenza che per un reale coinvolgimento, le agenzie stancamente lanciano l’arresto di qualche personaggio noto sempre con il solito schema, perfino le reazioni sono sempre uguali a se stesse da poterle anticipare prima che avvengano. L’antimafia in Italia è tornata a essere il faticoso passatempo degli affezionati e anche le associazioni più influenti sono sempre più fiacche nel reale coinvolgimento della società civile.

Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui
Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Berlusconi sente Salvini e Casini: svolta sul Quirinale vicina
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Berlusconi sente Salvini e Casini: svolta sul Quirinale vicina
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Politica / Chi è Guido Crosetto, il candidato votato da Fratelli d’Italia per il Quirinale
Politica / Renzi: “Il Senato in cambio dei voti alla Casellati? Non faccio scambi. Casini e Draghi restano le scelte migliori”
Politica / La deputata no vax Sara Cunial denuncia Roberto Fico: “Mi impediscono di votare per il Capo dello Stato”
Politica / Salvini spinge la candidatura di Casellati: “Se uno la chiama penso sia a disposizione”
Politica / Quirinale, Salvini: “Casellati non ha bisogno di essere candidata”
Politica / Quirinale, Letta al centrodestra: “Chiudiamoci in una stanza a pane e acqua per trovare una soluzione”