Me

Inchiesta Report sulla Lega, Salvini: “Preoccupato? Ieri ho visto Checco Zalone”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 22 Ott. 2019 alle 15:51
Immagine di copertina

Inchiesta Report sulla Lega, Salvini: “Preoccupato? Ieri ho visto Checco Zalone”

“La puntata di Report? Ieri sera io ho visto Checco Zalone“: Sono le parole di Matteo Salvini, a cui era dedicata la puntata di Report sulla vicenda Moscopoli di ieri sera, 21 ottobre, che ha ricevuto grandissimi apprezzamenti. Il leader della Lega ha tagliato corto, dicendosi disinteressato alla questione, mentre era al mercato di piazza Epiro per raccogliere firme contro l’amministrazione Raggi.

L’inchiesta di Report era dedicata allo scandalo del Metropol di Mosca in cui sono rimasti coinvolti Matteo Salvini (seppur non indagato) e il suo ex portavoce Gianluca Savoini. La trattativa della Lega per i soldi e il petrolio russo è solo una tessera di un mosaico molto più ampio, che vede sullo sfondo la nascita di un asse internazionale tra forze estremiste in Russia e negli Stati Uniti (qui i dettagli della puntata).

La puntata di esordio di Report è stato il terzo programma più visto della serata, dopo Il Commissario Montalbano (4.599.000 spettatori pari al 20.4% di share) e Che bella Giornata di Checco Zalone (2.443.000 spettatori pari all’11% di share). Report di Sigfido Ranucci ha segnato 2.153.000 spettatori pari ad uno share del 9.1% risultando il programma più commentato sul web della prima serata con 49mila interazioni.

“Dall’inchiesta di Report su Rai3 una ricostruzione accurata e ben fatta da cui scaturiscono molti interrogativi sulla Lega. Notizie inquietanti per la tenuta della democrazia italiana. Chi deve indagare indaghi per fare piena luce su tutta la vicenda”, ha scritto su Twitter il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti.

Dello stesso parere anche Paolo Gentiloni, che dice: “Una bella inchiesta giornalistica fa anche ottimi ascolti. Ignorarla sarà difficile”.

L’ex direttore della Padania a Report: “Salvini è una creatura di Savoini, avevano grande complicità”

Come funziona la Bestia, la macchina social di Salvini

La Russia ha usato la Lega per iniettare il virus del neo-fascismo antiliberale e antieuropeista nella politica italiana