Covid ultime 24h
casi +16.424
deceduti +318
tamponi +340.247
terapie intensive +11

Giuseppe Conte: “L’economia non arranca, le nostre stime rimangono plausibili”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 31 Mag. 2019 alle 14:55 Aggiornato il 31 Mag. 2019 alle 14:55
0
Immagine di copertina

Flat tax, pensioni e la crescita del paese. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine della cerimonia per il centenario dell’Organizzazione internazionale del Lavoro organizzata al Campidoglio, parla di lavoro e di prospettive di crescita. E prende tempo sul progetto flat tax, che invece il vicepremier Matteo Salvini vuole presentare già dal prossimo consiglio dei ministri.

“Il progetto di flat tax è ancora arrivato a Palazzo Chigi” ha affermato il presidente del Consiglio. E ha aggiunto: “Prendiamo ancora questi giorni ma sicuramente lunedì sarà la prima buona occasione per fare il punto della situazione: voglio parlare agli italiani. Questo è il governo del cambiamento, della chiarezza. (Qui i nostri aggiornamenti sulla flat tax)

E quanto alle pensioni, il premier ha affermato che “la pensione non è un lusso, ma è reddito differito, come tale diritto di ogni lavoratore” parlando della cosiddetta Quota cento, “che consente, dopo un’esistenza dedicata al lavoro (almeno 38 anni), di essere collocati a riposo in un’età, come quella di 62 anni, nella quale si dovrebbe avere il tempo per godere del meritato riposo”.

Anche un altro messaggio importante: “Per quanto riguarda la linea di Visco io posso confermare che questo governo fino all’ultimo perseguirà un disegno di crescita economica quale preannunciato nei documenti ufficiali, che sono il Def approvato in Parlamento e tutti i passaggi formali. Vogliamo coniugare la crescita economica con lo sviluppo sociale: rimaniamo in quel quadro e vogliamo far valere il nostro progetto di crescita anche in Europa in un quadro di compatibilità con la finanza pubblica”.

“L’economia non arranca: se vi riferite all’ultima certificazione Istat è vero che c’è una revisione ma rimane certificato che siamo fuori dalla recessione, con il segnale negativo degli ultimi trimestri 2018. Rimangono assolutamente plausibili le nostre previsioni per quanto riguarda i dati del 2019, considerando che ci aspettiamo una ripresa economica nel secondo semestre” ha aggiunto il presidente del Consiglio.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.