Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Giustizia, Mattarella: “La riforma del Csm non è più rinviabile, le vecchie regole sono insostenibili”

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

La riforma del Csm è “indispensabile e non più rinviabile”: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto così durante la cerimonia del decennale della Scuola superiore della magistratura a Scandicci, in provincia di Firenze. Nel suo discorso il presidente ha auspicato che la riforma “venga al più presto realizzata, tenendo conto dell’appuntamento ineludibile del prossimo rinnovo del Consiglio superiore della magistratura“.

Per il Presidente “non si può accettare il rischio di doverne indire le elezioni (del Csm, ndr.) con vecchie regole e con sistemi ritenuti da ogni parte come insostenibili“. Sergio Mattarella ha inoltre ricordato il ruolo importante svolto dall’organo di governo autonomo della Magistratura, “presidio costituzionale per la tutela dell’autonomia e indipendenza della Magistratura”. Ma questo, ha ricordato Mattarella, “è chiamato ad assicurare le migliori soluzioni per il funzionamento dell’organizzazione giudiziaria, senza mai cedere ad una sterile difesa corporativa“.

La riforma auspicata, per Mattarella, deve essere in grado di “sradicare accordi e prassi elusive di norme che, poste a tutela della competizione elettorale, sono state talvolta utilizzate per aggirare le finalità della legge”. Questo perché, secondo il Presidente, l’attività del Csm, sin dal momento della composizione, deve mirare a valorizzare le professionalità su cui la Magistratura può contare, “senza farsi condizionare dalle appartenenze e dedicando particolare attenzione anche alla promozione della parità di genere“.

Ti potrebbe interessare
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Ti potrebbe interessare
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”
Politica / La ministra Carfagna agli eventi di Forza Italia con gli aerei di Stato
Politica / Azzolina a TPI: “Una vita a combattere chi mi scredita, alla scuola devo tutto”
Politica / Le carte sull’inchiesta Open: il meglio tra chat, email e appunti dei renziani