Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

La rivelazione: “Giuseppe Conte premier? Lo ha voluto Steve Bannon”

Immagine di copertina

Giuseppe Conte premier | Steve Bannon | Governo news | M5S | Lega

CONTE PREMIER STEVE BANNON – “È stato Steve Bannon a volere Giuseppe Conte premier”. Potrebbe essere riassunto così uno degli ultimi retroscena sulla nascita del governo M5S-Lega e sulla scelta del presidente del Consiglio dopo le Elezioni Politiche del 2018, una ricostruzione ripresa in questi giorni da alcuni dei principali quotidiani italiani. A raccontare particolari inediti sulla decisione di indicare il professore di diritto come capo dell’esecutivo è un passaggio del libro di Michael Wolff ‘Assedio, fuoco su Trump’, edito da Rizzoli e uscito il 4 giugno.

> Steve Bannon sta creando un’accademia sovranista in Italia per insegnare il populismo

Conte premier | Bannon | Il retroscena in un libro di Michael Wolff

Stando a quanto raccontato dal giornalista e scrittore americano, l’idea di un premier terzo tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini fu in realtà di Steve Bannon, già capo della strategia elettorale di Donald Trump e leader di “Alt-Right” (destra alternativa), movimento politico ultra conservatore, antiliberista e sovranista che per l’attuale presidente Usa coniò il motto “First America”. Nel suo fondo di stamattina, il direttore del Giornale Alessandro Sallusti riporta il passaggio di Wolff in questione:

> Steve Bannon a Roma: “Bolsonaro e Salvini i leader più influenti al mondo”

“Nella primavera del 2018 Bannon aveva operato dietro le quinte anche in Italia dove la certezza, all’atto pratico, era una sola: la composizione dell’elettorato, frammentato e di parte, finiva sempre per regalare la vittoria a qualche inefficace e abborracciata coalizione di centro. Bannon si era fatto amico però Matteo Salvini, il leader della Lega, passata su posizioni di destra di orientamento nazionalista. Usciti i risultati delle elezioni di marzo, da cui come prevedibile non era emersa alcuna maggioranza, Bannon prese il primo aereo per la Penisola dove contribuì a negoziare un accordo tra la Lega e il Movimento Cinque Stelle, un partito populista di sinistra con alcune forti tendenze di destra. Bannon sconsigliò a Salvini e a Luigi Di Maio di puntare all’incarico di presidente del Consiglio: conveniva mettersi d’accordo su un premier di facciata. Detto fatto! Bannon aveva realizzato la perfetta fusione dell’estrema destra con l’estrema sinistra”.

> Le ultime news sul governo
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, oggi a Roma il vertice del centrodestra: Berlusconi medita il ritiro
Politica / Zanda a TPI: “L’erede di Mattarella non può essere Berlusconi. Serve un presidente che guardi al futuro”
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, oggi a Roma il vertice del centrodestra: Berlusconi medita il ritiro
Politica / Zanda a TPI: “L’erede di Mattarella non può essere Berlusconi. Serve un presidente che guardi al futuro”
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Politica / Quirinale, il vice di Conte a TPI: “Pronti a votare con il centrodestra, serve un candidato che unisca”
Politica / Quirinale, Crippa (M5S): “Mattarella resta nome estremamente importante per noi”
Politica / Quirinale, incontro Toti-Renzi: se Berlusconi esce di scena, pronti a unire le forze
Politica / Tradimenti, bigliettini, colpi di scena: il grande romanzo del voto sul Quirinale (di S. Mentana)
Politica / Da Berlusconi a Draghi passando per il Mattarella bis: ecco chi sono i papabili per il Quirinale